Martinsicuro, bike to coast, Pd chiede assemblea pubblica: è mancata pianificazione



Martinsicuro. Critiche sulla strategia seguita per appaltare i lavori del progetto Bike to Coast e la richiesta, peraltro già ufficializzata nei giorni scorsi assieme agli altri gruppo consiliari di minoranza, di indire un’assemblea pubblica sul tema dei percorso ciclabili.

 

 

 

 

 

 

Non limitatamente ai lavori che hanno preso il via lunedì scorso sul tratto sud del lungomare di Villa Rosa.

Un’analisi sulla vicenda arriva dalla segreteria del Pd e ai consiglieri comunali Simona Antonini e Giuseppe Capriotti.

 

“Martinsicuro come sempre non ha saputo pianificare al meglio questo tipo di intervento”, sottolineano i due consiglieri. “A differenza dei Comuni limitrofi noi siamo arrivati all’aggiudicazione definitiva a ridosso della scadenza prevista, rischiando anche di perdere il finanziamento sovracomunale (ultimi giorni di dicembre 2015). Dall’aggiudicazione alla Ditta sono passati quasi tre mesi.

 

Tutto questo comporta oggi un inizio di lavori a ridosso delle festività pasquali. Lavori che saranno peraltro interrotti a giugno perchè impossibile da portare a termine in un unica soluzione.

 

Se ci fosse stato un minimo di pianificazione si sarebbe potuto iniziare questo intervento ad ottobre-novembre 2015″

 

Riflessioni arriva anche per quanto concerne le modifiche, temporanee, alla viabilità

 

” E’ doveroso segnalare alla collettività”, si legge ancora, ” che con la realizzazione del “Bike to coast” saranno previste alcune modifiche alla viabilità comunale in corrispondenza dei tratti di lungomare trasformati a senso unico. Questi cambiamenti necessitano di rivedere l’assetto viario delle Vie limitrofe al Lungomare, soprattutto nel centro urbano di Martinsicuro e nel tratto a Villa Rosa di via Filzi – via Baracca.

 

In merito alla viabilità, connessa a questo intervento, vale la pena sottolineare il parere condizionato dato dal Comando di Polizia Municipale, che segnala diverse e dettagliate prescrizioni a riguardo.

 

Anche in quest’occasione ci preme ricordare l’assenza nel nostro Comune di un Piano Urbano del Traffico (P.U.T). Tutte le scelte in fatto di viabilità avvengono caso per caso, senza un’ottica di insieme. Questi sono i fatti che ci portano ad affermare l’assenza di una pianificazione nelle scelte politico – amministrative di questa Amministrazione.

 

 

Visto inoltre che la Regione Abruzzo ha finanziato il progetto di pista ciclabile sul Fiume Vibrata riteniamo opportuno comprendere se la progettazione di tale percorso possa prevedere un innesto con il territorio di Villa Rosa in modo da congiungersi con tratti di prossima realizzazione”.

 

 

 

Da qui anche la richiesta al sindaco e al presidente del consiglio comunale di convocare un’assemblea pubblica per illustrare il tema con particolare riferimento alla viabilità.

 

Ultima modifica: 2 novembre 2017

In questo articolo