Atri, ancora polemiche nel centrodestra. Ferretti: ‘non replico a chi non si qualifica’



Atri. Continua la polemica all’interno del centrodestra dopo che alcuni partiti hanno contestato la scelta a candidato sindaco di Piergiorgio Ferretti e la risposta del sindaco Astolfi che ha parlato di formazioni politiche che non esistono.

Noi per l’Italia, Udc, Lega Nord, IDeA – Popolo e Libertà, Alleanza popolare e La Destra non ci stanno e ribadiscono di essere “il vero centrodestra” e che “Atri è ormai abituata alla grande arroganza di questi politici, ma arrivare a ‘rinnegare’ uomini, persone e gruppi ben noti a Ferretti, è al limite della decenza politica. Lo stile Astolfi deve averlo contagiato in questi anni, facendolo cadere nel baratro dell’offesa personale tipica dell’attuale Sindaco. Non crediamo, ad esempio, che il Vice Coordinatore Regionale di Forza Italia, Maurizio Brucchi, condivida la scelta, come tanti altri politici di spicco Regionali e Provinciali”.

Insomma per il centrodestra la nomina di Ferretti è “l’espressione del solo Gruppo del gruppo di Futuro In/pseudo Forza Italia”. Respingendo gli attacchi e non avendo ricevuto risposte concrete in merito ai quesiti sollevati i partiti sono pronti a scendere in campo e realizzare un’altra lista con un altro candidato sindaco, Vero Centrodestra Atri”.

“Sul barato del bilancio e sull’emergenza economica, poi c’è poco da dire e replicare, parlano i numeri e le delibere: Dichiarazione del Pre-dissesto finanziario; indebitamento dell’Ente passato da 9 milioni di Euro a 13 milioni; esaurimento della capacità di contrarre mutui; ‘debordi’ non iscritti in bilancio per circa 800.000 euro: atti pubblici e non semplici affermazioni. Atri è passata da 11.270 abitanti a poco più di 10.000 e il grande rischio a breve sarà quello di scendere sotto questa soglia, con tutte le conseguenze del caso. A futura memoria!”, conclude la nota il centrodestra.

Nel frattempo Piergiorgio Ferretti ha precisato di non voler replicare “a chi non si qualifica ed, in ogni caso, ad accuse del tutto infondate proferite da chi tenta di infangare la mia persona”.

Ultima modifica: 13 gennaio 2018

In questo articolo