Tortoreto, sagra centro storico. M5S: cronaca di un flop annunciato



Tortoreto. Un flop annunciato. Non è certo tenero nei giudizi il Movimento 5 Stelle di Tortoreto relativamente ad uno dei temi più caldi del momento, ossia la sagra dei piatti tipici (con scarse presenze) in corso di svolgimento nel centro storico.

 

E non mancano nemmeno le critiche all’assessore al turismo, Giorgio Ripani, anche alla luce delle recenti dichiarazioni sulla vicenda.

 

 

“Avevamo denunciato qualche settimana fa l’anomalia dei soli 4 giorni per aderire al bando”, scrive in una nota il Movimento rappresentato in consiglio comunale d Riccardo Straccialini, “e poi circa una settimana per la sua organizzazione e promozione. Oggi ci si stupisce di un flop annunciato.

 

Appellarsi alle costrizioni del regolamento, che l’assessore conosce benissimo, per giustificare lo stesso appare risibile.

 

L’assessore ha avuto un anno per preparare il calendario estivo, poteva ritoccare (tra l’altro come gli era stato chiesto dalle opposizioni in tempi non sospetti) il regolamento o poteva lavorare per tempo sul bando ed in collaborazione con le associazioni. Nulla di tutto questo ed il risultato non poteva essere diverso.

 

Tra l’altro, come dichiara lo stesso assessore, se nessuno dei candidati che avevano presentato domanda ha dimostrato di avere i requisiti richiesti, su quali basi ed a che titolo i 3 o 4 truck food erano presenti alla manifestazione?”.

 

Ora sul tavolo c’è il nuovo bando, quello per la sagra della vongola e le perplessità dei M5S già prendono forma.

 

 

 

Ultima modifica: 21 luglio 2018

In questo articolo