Ospedale Pescara, la denuncia di un lettore: “Letti anche in soggiorno”



Pescara. E’ il familiare di un paziente ricoverato nel il reparto di Ortopedia dell’ospedale Santo Spirito di Pescara a denunciare, con una lettera firmata,  “i disagi che quotidianamente vivono i ricoverati e gli operatori all’interno dell’unità operativa”.

Pubblichiamo la lettera integralmente,

Su una base di un massimale di 22 pazienti, che dovrebbero essere in reparto, la media giornaliera si aggira sui 34/35 utenti. Letti ubicati in soggiorno, in accettazione, lungo il corridoio e presenza di numerosi letti BIS in stanze strette e previste al massimo per 2 brande. Personale ridotto all’osso, con Medici, Infermieri e Oss che turnano in maniera terrificante, facendo straordinari e aumentando così il margine di errore assistenziale e riducendo ampiamente la qualità della stessa.

Il reparto è da tempo al collasso e tutti siamo stanchi di dover subire le conseguenze di scelte politico-amministrative arrangiate.

SDD

Ultima modifica: 4 novembre 2018

In questo articolo