Bollette non pagate: gli oneri non versati finiscono a carico di tutti gli utenti



Circa 200 milioni di euro, relativi agli oneri generali delle bollette mai pagate dai clienti morosi, finiranno a carico di tutti gli altri utenti del servizio elettrico.

Secondo alcune stime, la somma delle bollette elettriche non pagate supera il miliardo di euro, una cifra enorme che almeno in parte dovrà essere saldata da tutti gli utenti del servizio elettrico, compresi quelli che hanno sempre regolarmente saldato i propri conti.

A stabilirlo sono state le pronunce del Tar e del Consiglio di Stato, di fronte alle quali l’Autorità per l’energia elettrica non ha potuto far altro che prendere atto della situazione, deliberando la socializzazione dei debiti dei morosi, che per ora riguarda solo una prima tranche degli arretrati, pari a 200 milioni di euro, relativa agli “oneri generali”.

La delibera dell’Autorità per l’energia non ha mancato di sollevare polemiche, ”Quando ci sono da socializzare i profitti si chiamano in causa le aziende, quando invece si devono spalmare i debiti si chiama il consumatore”, ha dichiarato Luigi Gabriele dell’associazione Codici, mentre Marco Vignola dell’Unione nazionale dei consumatori, sottolinea come  “questa delibera sia solo un incentivo per non perseguire i furbetti del quartierino”.

Nonostante le proteste delle associazioni dei consumatori, non è da escludere che nei prossimi mesi nuove delibere dell’Autorità potrebbero redistribuire ulteriori quote dell’arretrato accumulato dagli utenti morosi.

Ultima modifica: 14 febbraio 2018

In questo articolo