Promozione, Sant’Omero-Notaresco 3-0: Palmense torna a correre



Sant’Omero: Lucantoni, Ricci, Sciamanna (40’st Macrillante), Casali (28’st Ciccanti), Ciminà, Antenucci, Di Eusebio Nardini, D’Ignazio (21’st S.Bizzarri), Del Grande, D’Ippolito. A disp. Ayoubi, Iustini, L.Bizzarri, Cimiconi. All. Cipolletti

 

 

Notaresco: Savut, De Palma, Cati, Fedele (8’st N.Margagliotti), Verrone, Lomele, Menegussi, Quartaroli, Marozzi, Germano, Di Bonaventura (26’st S.Maragliotti). A disp. Cuccagna, Quarta. All. Giandonato

Arbitro: Palmarella di Pescara (Pelagatti-Di Nisio)

Reti: 42’pt Ricci, 5’st D’Ignazio, 49’st Macrillante

Note. Angoli 7-1. Ammoniti: Antenucci, Marozzi, S.Margagliotti. Recuperi: 1’, 5’

 

Sant’Omero. Torna a correre il Sant’Omero, che infila il sesto risultato utile e si riavvicina al vertice. Successo netto quello della Palmense, capace di essere quasi chirurgica nel piazzare l’uno-due risolutore a cavallo tra i due tempi. In un terreno ridotto ad una risaia gli episodi hanno un’incidenza quasi capitale. In questo il Sant’Omero, sempre concentrato, è molto abile. Discorso opposto per il Notaresco, equilibrato, poco pungente in attacco (ma questa non è una novità) e ingenuo negli episodi. Terreno pesante, quello del Comunale, dove si gioca di spada e non certo di fioretto. Primo tentativo nello specchio della porte è ospite, al 7’, con Lomele, Lucantoni blocca senza patemi.

 

 

 

La sfida è molto equilibrata con pochi spunti offensivi. Il Sant’Omero si vede in avanti al 22’: angolo di D’Ignazio, Ricci sceglie bene il tempo dello stacco, ma non riesce ad imprimere la giusta direzione alla sfera. Ci prova Del Grande, uno dei migliori, al 36’: Savut si distende e devia in angolo. Poco prima del riposo, il Sant’Omero sblocca: angolo teso di D’Ignazio, Ricci (l’ex di turno) ha il tempo di correggere di piatto in rete. In avvio di ripresa il Notaresco prova a metterci mordente, ma subisce quasi subito il raddoppio: Sciammana sradica il pallone ad un avversario e spinge il contropiede, D’Ignazio scambia con Del Grande e poi va a piazzare la stoccata vincente.

 

 

 

Per la squadra di Giandonato, che nel frattempo muta assetto tattico, risalire la china è decisamente complicato. Sui piedi del giovane Marozzi, al 27’ assistito da Nicolò Margagliotti, capita l’occasione propizia, ma il giovane attaccante è tenero nella conclusione. Di contro, negli spazi il Sant’Omero fattura altre buone opportunità per irrobustire il vantaggio. E’ largo di poco il bel diagonale di Del Grande, al 45’. Lo stesso fantasista di casa, in pieno recupero, vede e assiste l’inserimento di Macrillante, da poco in campo, finta sul sinistro, rientra sul destro e palla nell’angolo opposto. Il Sant’Omero sigilla il successo e rilancia le sue quotazioni in alta quota.

 

 

Ultima modifica: 2 novembre 2017

In questo articolo