Real Giulianova, si riparte dalla Promozione ma con entusiasmo (FOTO/VIDEO)



Un entusiasmo d’altri tempi quello visto in mattinata nella sala consigliare del Comune di Giulianova dove si è presentata ufficialmente la nuova società di calcio, il Real Giulianova dell’imprenditore marchigiano Luciano Bartolini.

Tanta gente, nonostante i colori giallorossi ripartiranno dal torneo di Promozione, con l’acquisizione del titolo del Castellalto. Bartolini in prima linea con accanto il sindaco Francesco Mastromauro, il responsabili del Calcio Giulianova che farà solo settore giovanile Claudio D’Archivio, della scuola calcio Piccoli Giallorossi, dell’associazione Giuliesi per Sempre.

E poi il vice presidente Gaetano Grossi, il direttore sportivo Massimiliano Fanesi e l’allenatore chiamato a riportare in alto il calcio a Giulianova Vincenzino Angelone. Si punta al vertice, ma il patron non si sbilancia. “Una società non deve fare mai promesse di vittoria”, ha sottolineato Bartolini, “una cosa è certa, qui porteremo avanti un progetto serio e a lunga gittata. Partendo intanto dal fatto che c’è da ricostruire l’entusiasmo dei tifosi”.

Dunque ricreare l’entusiasmo riportando i tifosi allo stadio Fadini la cui gestione potrebbe essere affidata con un bando allo stesso Real Giulianova. Fanesi avrà il compito di mantenere i contatti e di allestire la squadra con il tecnico Angelone, due pedine volute fortemente dalla società. “Sono persone serie che hanno sposato un progetto e che conoscono quest’ambiente”, ha aggiunto Bartolini, “con loro faremo bene”.

Se il progetto è andato in porto, merito del sindaco Mastromauro che in queste settimane ha avuto numerosi incontri prima di annunciare la nuova avventura. “Per l’ennesima sono stato investito delle questioni calcistiche”, ha detto il primo cittadino indossando la sciarpa giallorossa al collo, lui che dei colori giuliesi è un grande tifoso, “Bartolini ha dimostrato da subito grande serietà”.

Il patron giallorosso è pronto a restare a lungo in riva all’Adriatico dopo la sua avventura con la Folgore Veregra. Ha scelto Giulianova spinto dalla passione dei tifosi e anche su suggerimento di un amico rosetano che gli ha detto chiaramente che se voleva fare calcio a certi livelli la piazza giuliese era quella giusta.

Massimiliano Fanesi, oggi direttore generale del Real Giulianova, conosce bene la piazza giuliese. Ha indossato la maglia giallorossa 21 anni fa e sa che l’ambiente è affamato di calcio. Non fa differenza per lui scendere nel campionato di Promozione abruzzese perché il solo nome Giulianova rappresenta la spinta giusta. Ha già avviato contatti con alcuni giocatori. Si parla degli attaccanti Pedalino, Giglio, Torbidone. Dei difensori Fuschi e Del Grosso, di giocatori, come Gizzi, che Angelone conosce molto bene. E su quale tipo di campionato dovrà affrontare il Real Giulianova non ha alcun dubbio. “Non possiamo limitarci a vincerlo”, ha puntualizzato, “lo dobbiamo stravincere”.

Al tecnico Angelone l’idea di allenare a Giulianova ha subito creato entusiasmo. Nonostante avesse avuto qualche richiesta per allenare in serie D e in Eccellenza, ha scelto la Promozione. Ma soprattutto ha scelto per la passione della piazza. “Come si poteva rinunciare un’occasione del genere”, ha dichiarato, “non vedo l’ora di andare al Fadini e sentire i cori dei tifosi. Questa volta li sentirò non da avversario”.

Insomma, gli ingredienti per fare bene ci sono tutti. E il dg Fanesi intanto ha assicurato che verranno organizzate amichevoli precampionato con squadre importanti per iniziare da subito a rodare i meccanismi.

Ultima modifica: 29 ottobre 2017

In questo articolo