Sambuceto Calcio, intervista a Luca D’Antonio



Sambuceto. Due reti in due partite delle quali una al suo esordio da titolare: inizio migliore, per l’ultimo arrivato in ordine ti tempo in viola, non poteva esserci. Luca D’Antonio, esterno classe ’98, da meno di un mese alla Cittadella dello Sport, ha già fatto intendere di che pasta è fatto e ciò che può dare alla causa viola in Eccellenza. Ecco come il giovanissimo calciatore descrive il gol che ha sbloccato la sfida con il Nereto dopo meno di 90 secondi di gara: “È stato un insieme di emozioni, perché era la prima partita da titolare, e il gol in casa è stata come una sorta di liberazione da tutto il peso che portavo da inizio estate: è stato davvero bellissimo”.

 Cresciuto nelle giovanili de Pescara, per poi passare in Serie D prima a Giulianova, poi a Pineto, e lo scorso anno all’Igea Virtus, dove ha vinto i playoff di Serie D girone I, D’Antonio durante la scorsa estate ha avuto diverse possibilità importanti, che però non si sono concretizzate, e a metà ottobre è approdato alla corte di mister Del Zotti e del suo staff. In pochissimo tempo si è però integrato negli schemi dell’allenatore e anche nel gruppo e nell’ambiente: “Mi sto trovando benissimo perché la situazione è stupenda a partire dalla società, per passare poi a staff e compagni. Sono a casa perché vivo a Sambuceto da qualche anno, e quindi non potevo chiedere un ambiente migliore di questo nel quale mi trovo”.

 Le ottime prestazioni in campo sono state condite, come accennato, anche da due reti segnate in altrettanti incontri in meno di una settimana, per un giocatore che non ricopre propriamente il ruolo di centravanti, come spiega lo stesso D’Antonio: “La mia carriera è nata da esterno, per poi passare da terzino, e in seguito esterno nel 3-5-2 o 3-4-3, dove mi trovo a mio agio al 100%. Segnare due gol in due partite è la prima volta che mi capita, e a questo punto spero di non fermarmi”.

 Sulle potenzialità del Sambuceto l’esterno non ha dubbi: “Siamo un gruppo di ragazzi giovani e con tanta voglia di fare. Se ce la mettiamo tutta ci possiamo togliere qualche soddisfazione”.

 Sul cammino dei viola in Eccellenza, al prossimo “check point” è prevista la trasferta all’Angelini contro il blasonato Chieti, per un appuntamento d’alta classifica: “Andremo in uno stadio importante e che ha visto quello che si suole definire “il calcio vero”. Avremo di fronte una squadra forte che non ha nessuna voglia di perdere e che proverà a metterci in difficoltà. Dal canto nostro cercheremo di raggiungere il risultato migliore a partire dalla prestazione”.

Ultima modifica: 8 novembre 2018

In questo articolo