Basket, la corsa di Campli si ferma a Montegranaro



Domenica uggiosa, quella trascorsa, e in quel di Montegranaro, la Globo-Infoservice Campli sbatte contro la prima della classe del girone D, la Dino Bigioni Shoes.

 

 

 

Chi sperava in un piccolo calo di concentrazione dei padroni di casa in vista del week end di Coppa Italia, si deve ricredere a pochi secondi dalla palla a due. Cornice di pubblico degna di uno scontro nelle zone alte della classifica, il match per i farnesi si fa subito duro, anche se la tripla di Petrazzuoli dopo pochi secondi, sembra dica “Non daremo quartiere!”.

Gli uomini di coach Steffè partono piano ma fanno malissimo. In quintetto base: Rossi, Broglia, Di Trani, Rosignoli, Sanna giocano con tutta la tranquillità del primo posto in classifica e spronati dal pubblico danno un parziale da piegare le ginocchia a chiunque. Gli uomini di coach Millina scesi in campo con Bottioni, Duranti, Petrazzuoli, Serroni, Mirone cercano di arginare in tutti i modi l’attacco giallo/nero, ma nel momento in cui ci riescono il ferro non è loro amico.

 

 

 

Il tabellone alla fine del primo quarto recita 27-11, gap importante ma non impossibile per Montuori & Co. Montegranaro nel secondo quarto complice una migliore difesa farnese non è così straripante in attacco e Petrazzuoli (13 pt) cerca di mantenere i propri compagni a contatto galleggiando sempre tra il -15 e i -10; dall’altra parte Rossi (17 pt) con l’aiuto di Sanna (12 pt) con soluzioni da 3 punti chirurgiche butta acqua sul fuoco di reazione degli ospiti. Il quarto più equilibrato della partita, dove i biancorossi giocano e prendono coraggio anche grazie a Tomasello (20 pt) che buttato nella mischia non manca a rispondere “Presente!”. A fine quarto si va negli spogliatoi sul 42-30 ma con un parziale di 15-19 per i Farnesi che accende una speranza.

 

 

 

 

Tornati in campo Bottioni (14 pt) e compagni cercano di ricucire il distacco più volte, ma complice una rotazione corta in panca (sul finire del primo quarto il capitano Montuori accusa un problema fisico, e l’ala Duranti in azione di gioco del secondo quarto prende una distorsione alla caviglia, Bruno sembra recuperato ma non può dare l’apporto incisivo in difesa che servirebbe) e il sapiente gioco messo in piedi da coach Steffè per liberare nelle rotazioni difensive Rossi, Di Trani (10 pt) e Trionfo (11 pt), portano i bianco/rossi a soffrire tantissimo sulle soluzioni da  tre punti.

Più volte a -9, sempre ricacciati dai padroni di casa a un più agevole -12 da gestire. Terzo quarto che si chiude sul 61-47 ed un parziale di 21-17 che la dice lunga sul fatto che i farnesi vogliano buttare la spugna. Quarto decisivo, che vede la truppa bianco/rossa sempre a rincorrere i padroni di casa e dannandosi l’anima in ogni parte del campo con Serroni (2 pt) e Petrucci (4 pt) che le provano tutte sia in difesa che in attacco. Ma complice un Gatti (9 pt) in spolvero sia sotto canestro che in attacco la situazione non vuol girare a favore. Si entra negli ultimi 5 minuti del tempo con gap che si stabilizza ormai sui -15 e la partita comincia proprio a scivolare verso i binari di Montegranaro. Finale 82-61, che segna una sconfitta in battaglia, ma non per questo si alza bandiera bianca. Si esce a testa alta dalla partita con la prima in classifica, adesso anche solitaria, per la contemporanea sconfitta di San Severo in quel di Monteroni.

Torniamo da Montegranaro, senza punti per la classifica, ma con la consapevolezza di un gruppo forte ed unito, pronto dopo la pausa, a regalare altre soddisfazioni ai propri tifosi, anche oggi accorsi numerosi alla Bombonera di Montegranaro.

Ultima modifica: 2 novembre 2017

In questo articolo