Basket in carrozzina, contro la corazzata Santa Lucia il coraggio non basta all’Amicacci: ora si pensa all’Europa



Alba Adriatica. Di fronte ad una buona cornice di pubblico la DECO Group Amicacci esce sconfitta dallo scontro al vertice contro il Santa Lucia Roma che così consolida così il primo posto in classifica, mentre gli abruzzesi lasciano il secondo posto alla Briantea Cantù.

Primo quarto molto equilibrato, con le due squadre che ribattono colpo su colpo. Roma comincia la partita affidandosi alle giocate sottocanestro di Cavagnini. Giulianova risponde con un contropiede concluso da De Maggi e un tiro dalla distanza di Balcerowski. Gli ospiti tornano avanti con Raourahi che segna seguendo il suo errore al tiro libero per il +3 ma i nostri impattano di nuovo il punteggio con Balcerowski che segna dopo il rimbalzo offensivo sul tiro di Munn e Miceli servito da De Maggi (10-10). L’Amicacci trova anche il vantaggio prima con Munn e poi con De Maggi ma il Santa Lucia piazza un parziale di 6-0 con due tiri da fuori di Sanna e Cavagni dal pitturato. Nuovo pareggio Giulianova con Munn e De Maggi dopo il rimbalzo offensivo, cui segue un viaggio in lunetta di Cavagni che chiude la frazione sul 18-19.

Nel secondo quarto si alza l’intensità dell’incontro che diventa una vera e propria battaglia agonistica. Gli ospiti si portano avanti con due canestri consecutivi di Sanna, ma dall’altra parte in nostri non mollano con il tiro di Macek e Marchionni liberatosi di forza in area, che appena entrati sfruttano la loro freschezza. Lo stesso Marchionni riporta a -2 i padroni di casa che accelera ed arriva fino in fondo in palleggio. Al tiro di Berdun dalla media risponde Miceli servito nel pitturato, cui segue una classica azione in post basso di Cavagnini (28-32). L’Amicacci riesce a trovare nuovamente il pareggio con un tiro di tabella di Marchionni e De Maggi dalla distanza, dopo un errore al tiro di Berdun che si rifà subito dopo infilando la retina. Si va all’intervallo sul 32-34 con il pubblico che comincia a credere nell’impresa.

Il rientro sul parquet vede Roma trascinata dal solito Cavagnini con un tiro dall’altezza della lunetta e un’azione insistita in cui recupera due volte il rimbalzo offensivo sul suo tiro. Prova a rispondere Marchionni che di nuovo si appoggia all’amico tabellone, ma prima il tiro mortifero di Berdun e poi Mehiaoui che vince una battaglia nel pitturato, portano il Santa Lucia a +8. A quel punto arriva una grande reazione dell’Amicacci con una buona difesa e sfruttando gli errori al tiro degli avversari con rapide ripartenze. Vanno a segno De Maggi lanciato in campo aperto da Brown e Macek con due tiri dalla media e lunga distanza. Un errore di Cavagni dà il via al contropiede in cui Miceli arriva fino in fondo e firma il pareggio sul 44-44 con il pubblico in visibilio. Giulianova ha addirittura l’occasione per andare in vantaggio ma Macek non riesce a realizzare e sul contropiede generato Mehiaoui punisce. Il quarto si chiude con un’altra azione di Mehiaoui che si libera e mette a segno il 46-50.

Nell’ultima frazione il Santa Lucia alza il livello della propria difesa, chiudendo gli spazi in modo aggressivo. L’Amicacci non segna più: solo due tiri dalla lunetta nei primi sei minuti mentre dall’altra parte Roma andava a segno con azioni vicine al canestro con Rossetti e Cavagnini, facendo dilatare lo svantaggio fino al -8. A quel punto Giulianova si scoraggia e si comincia a intestardire nel tiro da fuori, che portano a un paio di contropiedi subiti finalizzati da Raourahi che chiudono la partita. Nel finale arriva una reazione d’orgoglio dell’Amicacci che limita lo svantaggio: la gara si chiude con il punteggio di 55-64.

Prestazione comunque interessante per i ragazzi di coach De Luca, che si è dimostrata competitiva contro la squadra italiana più in forma al momento. Per l’Amicacci si prospettano giorni di duro lavoro per preparare il girone di qualificazione alle coppe europee, denominata Euroleague1, che si disputerà ad Alba Adriatica l’11 e 12 marzo. Dieci partite in due giorni (si sfideranno Giulianova, Cantù, Meux Parigi, Galatasaray e Gran Canaria) per decidere in base al piazzamento le squadre che parteciperanno rispettivamente alla Champions Cup e alle altre due coppe europee minori.

DECO Group Amicacci Giulianova – Santa Lucia Sport Roma 55-64

(18-19; 14-15; 14-16; 9-14)

Amicacci Giulianova: De Maggi 15, Beltrame, Brown, Minella n.e., Gemi, Marchionni 9, Balcerowski 4, Miceli 8, Labedzki n.e., Macek 10, Munn. All.: De Luca

Santa Lucia Sport Roma: Papi 3, Stupenengo, Sanna 12, Di Francesco n.e., Mehiaoui 12, Raourahi 6, Cavagnini 16, Rossetti 4, Berdun 11, Fares n.e., Morato, Ion. All.: Di Giusto
I risultati della 6^ giornata di ritorno

HS Cimberio Varese – PMB 66-49
Laumas Elettronica GiocoParma – DinamoLab Banco di Sardegna 33-71
DECO Group Amicacci Giulianova – Santa Lucia Roma 55-64
GSD Porto Torres – SBS Montello 79-54
UnipolSai Briantea 84 Cantù – S. Stefano Banca Marche 76-36
Classifica Serie A

28: Santa Lucia Roma
26: UnipolSai Briantea 84 Cantù
24: DECO Group Amicacci Giulianova
22: GSD Porto Torres
18: HS Cimberio Varese
14: Dinamo Lab Banco di Sardegna
_8: Padova Millennium Basket
_6: SBS Montello
_4: S. Stefano Banca Marche
_0: Laumas Elettronica Gioco Parma

Ultima modifica: 2 novembre 2017

In questo articolo