Ciclismo paralimpico, a Francavilla il tricolore a cronometro. Ci sarà anche Alex Zanardi VIDEO



Francavilla al Mare. Questa mattina a Francavilla al Mare, nella cornice di Palazzo Sirena, è stata presentata la gara del Campionato italiano di Paraciclismo.

 Erano presenti il sindaco di Francavilla, Antonio Luciani; l’assessore allo Sport, Rocco Albertini; Mauro Marrone, presidente Fci Abruzzo; Mario Valentini, ct Nazionale di ciclismo paralimpico; Mauro Sciulli, presidente regionale Comitato paralimpico; Rocco Marchegiano, vice presidente nazionale della Federazione ciclistica italiana ed Enzo Imbastaro, presidente Coni Abruzzo. Un saluto anche dall’atleta abruzzese della Nazionale paralimpica, Pierpaolo Addesi, che si è occupato dell’organizzazione della gara con la sua società Addesi Cycling e con il supporto del Comune di Francavilla. L’incontro è stato moderato dal giornalista sportivo e speaker, Luca Alò.

 “Abbiamo accettato questa sfida – ha esordito il sindaco di Francavilla, Antonio Luciani – perché per la città sarà sicuramente una sfida che vede impegnati tutti a partire dall’ultimo degli operai al cittadino che dovrà comprendere che la città viene in qualche modo fermata per dar spazio agli amici, perché ormai sono amici dato che grazie all’attività dell’assessore Alibertini e di Pierpaolo Addesi li ospitiamo da diversi anni, quest’anno siamo impegnati con questo importante Campionato italiano, contiamo anche sulla presenza di Alex Zanardi, una persona splendida che ogni volta che ci viene a trovare ci trasmette la sua grandezza e resta sempre un campiona per quello che ci insegna”.

 “È un appuntamento che ormai è diventato fisso ed anche importante, i Campionati Italiani Cronometro – ha sottolineato l’assessore allo Sport del Comune di Francavilla, Rocco Alibertini – parteciperanno circa 200 atleti in un pomeriggio di festa, la festa del Ciclismo e dello Sport. Il 26 maggio dalle 14 ci sarà la partenza, il tracciato sarà cittadino coinvolgerà l’area Stazione-Sirena, viale Nettuno fino a Sud, via Francesco Paolo Tosti e a tornare si passerà da via Aldo Moro e viale Kennedy per rientrare in stazione, sarà un circuito fatto più volte. Io credo che la città accoglierà bene questo evento perché è veramente spettacolare di sport che veicola anche un bellissimo messaggio. A livello logistico e per quanto riguarda la viabilità ci stiamo organizzando la massima comunicazione e l’organizzatore si sta attivando affinchè tutte le cose vadano per il meglio”.

 “Grazie all’organizzazione e all’amministrazione comunale che si sta dimostrando veramente molto vicina al movimento sportivo – ha detto il presidente del Coni Abruzzo, Enzo Imbastaro – sono tantissime le manifestazioni che si organizzano qui a Francavilla tra cui anche la Giornata nazionale dello sport con oltre 500 bambini che si esibiranno. Ma soprattutto grazie agli organizzatori perché Francavilla ormai è diventata una tappa fissa del Ciclismo Paralimpico, speriamo che lo sia anche per gli anni a venire, quest’anno c’è questo bellissimo evento che spero porti a Francavilla tantissimi atleti. Voglio ricordare anche il grosso impegno dell’Ente Regione che sta cercando di promuovere l’attività sportiva nel proprio territorio con tantissime manifestazioni in Abruzzo, qui a Francavilla ha avuto un grandissimo successo il torneo di Tennis internazionale, ma ci sono tante manifestazioni a carattere nazionale ed internazionale che dimostrano l’importanza di questo aspetto per promuovere il territorio”.

 Si tratta di un appuntamento in cui lo sport paralimpico e il ciclismo giovanile creeranno un festoso connubio. Dunque sabato 26 maggio Francavilla al Mare, dalle 13.30, ospiterà una cronometro del Campionato italiano di paraciclismo, con i più quotati atleti a livello nazionale, e contestualmente, aprirà una vetrina sulle categorie Esordienti e Allievi (nell’ambito del Challenge d’Abruzzo). Per l’occasione, nella città di Michetti, arriveranno, da tutta Italia, 200 atleti, tra paralimpici e ragazzi di età compresa tra i 13 e i 16 anni. Sarà presente anche il campione Alex Zanardi.

 “Essere qui per me significa rivivere la storia del Paraciclismo – ha ricordato il vicepresidente della Federazione Ciclistica Italiana, Rocco Marchegiano – è importante che lo sport a tutti i livelli, a qualsiasi età venga valorizzato dalla cittadinanza, dai dirigenti e da tutti è di fondamentale importante. Nello slogan ‘sport per tutti’ c’è un fondo di verità perché l’allungamento della vita passa anche attraverso lo sport, quindi onore a Francavilla, sono convinto che la sobrietà dell’amministrazione e l’appartenenza allo sport ci dia una mano, unire le forze e le idee può portare solo grandi vantaggi”.

 “Quando Pierpaolo Addesi mi parlò di questo campionato italiano io gli dissi che ero con lui, però doveva permettermi di fare anche una categoria per i giovani – ha rimarcato Mauro Marrone, presidente Fci Abruzzo – lui ha accettato e siamo partiti. Oggi abbiamo circa 200 iscritti tra il Campionato Italiano Paralimpico ed i ragazzi, quindi da un punto di vista partecipativo sicuramente stiamo andando incontro ad un successo. Grazie alla collaborazione del Comune di Francavilla stiamo dando dimostrazione di quello che stiamo facendo in Abruzzo, a questo proposito i giovanissimi stanno dando dimostrazione delle proprie capacità. Quindi con Pierpaolo Addesi e l’amministrazione comunale di Francavilla riusciremo a dare un grande spettacolo ed una grandissima giornata di sport. Chiediamo ai cittadini un po’ di comprensione perché dovremmo chiudere un notevole tratto di strada, però c’è da considerare che questo è un evento unico, quindi dei sacrifici si possono fare. Sicuramente per il ciclismo abruzzese sarà un momento importante, portare qui persone che portano in alto la bandiera italiana per noi è una grande soddisfazione, sono sicuro che saremo all’altezza e invito tutti ad essere presenti per dare il giusto peso sia ai Campionati Paralimpici che agli atleti stessi che sono di grande spessore. Dal punto di vista dei ragazzi abbiamo iscritti dalla Lombardia, dal Veneto, dall’Emilia Romagna, quindi anche sotto quel punto di vista sarà un evento importante. Questa sarà l’occasione per promuovere il territorio di Francavilla”.

 Un altro evento di lustro nella nostra regione per l’anno 2018 – ha affermato Mauro Sciulli, presidente regionale Comitato paralimpico – quale il Campionato Italiano di Paraciclismo Cronometro che si terrà qui a Francavilla. Ringraziamo l’amministrazione tutta, dal sindaco all’assessore allo Sport che hanno creduto come in passato anche oggi ad un evento di questo genere. Ovviamente prima della partenza del torneo Paralimpico ci sarà quello Olimpico con le giovanili, atleti di spicco come Zabardi saranno presenti, una cittadinanza che deve essere orgogliosa di questo evento. Il mondo paralimpico, con la collaborazione dell’Addesi Cycling ha dato il massimo per fare in modo che ciò si verificasse, quindi un in boccaa al lupo a tutti, spero che tante saranno le persone quali sportivi e famiglie presenti all’evento per rendere omaggio ad un mondo che ormai ha raggiunto notevoli risultati”.

 “L’idea è nata qualche mese fa perché volevo portare un evento importante a Francavilla – ha dichiarato Pierpaolo Addesi, che si è occupato dell’organizzazione della gara con la sua società Addesi Cycling – dove già da diversi anni mostrano una sensibilità non indifferente per quanto riguarda il Ciclismo Paralimpico e non solo. Però volevo mettere dentro anche qualcos’altro: siccome insieme all’amico Antonio Dottore è stato ideato un Challenge Allievi, automaticamente ho pensato che inserire una gara a cronometro in questo contesto sarebbe stato un messaggio importante. Normododati e disabili insieme che si sfideranno sullo stesso circuito, sarà uno spettacolo sotto ogni punto di vista, spero in una bella giornata di sole affinché lo spettacolo sia ancora più accentuato. La risposta con le iscrizioni, quindi la partecipazione sarà massiccia dato che per questo evento abbiamo circa 200 atleti in totale, questa cosa mi fa onore e anche alle persone che stanno preparando questo evento con sacrificio perché per creare un evento del genere non è semplice. Sono sicuro che sarà un vero spettacolo perché è stata scelta una bella location con gente che interverrà da lontano perché abbiamo persone iscritte dal Friuli, dalla Lombardia, dalla Sicilia, quindi tutta l’Italia parteciperà a questa giornata di festa, di sport. Sarà un bel messaggio perché secondo me sarà una bella cosa anche per la cittadinanza perché dimostriamo che tutti possono fare sport”.

 

Francesco Rapino

Ultima modifica: 18 maggio 2018

In questo articolo