Stramagic, i neroverdi asfaltano Foligno e agguantano la seconda piazza



Chieti. La trama delle ultime gare è ormai stucchevole con la Magic sempre più dominante e le avversarie costrette a recitare sotto i fendenti dei teatini gli umili panni panni dello sparring partner. Anche questa sera, pur di fronte ad una avversaria di tutto rispetto, i neroverdi sono sembrati, infatti, tanti aliens from outher space. L’equilibrio è infatti durato lo spazio di qualche minuto, poi l’onda lunga della Magic si è inesorabilmente riversata sugli ospiti, ben presto apparsi inermi e rassegnati di fronte alla calamità domenicale. Tutto qui o quasi, d’altro canto quando una squadra, la Magic, tira con il 50% di realizzazione da 3 e l’altra, Foligno, risponde con un misero 17%, qualsiasi ulteriore disamina tecnica ha poco senso.

 Magici belli, maledettamente efficaci sia in attacco, sotto le plance e sul perimetro, che in difesa, grazie ad un’aggressività vicina alla ferocia e ad una concentrazione avulsa da pause. Per Foligno, pur capace qualche settimana fa di violare il parquet di Lanciano, la quasi immediata e frustrante consapevolezza di non avere armi utili per opporsi ai satanassi neroverdi. Eppure il primo canestro è di Sakinis, che si rivelerà però nello sviluppo della partita, forse, il peggiore tra i suoi. Ma è soprattutto l’esperto Anastasi a mettersi in luce nelle battute iniziali tra le fila di Foligno ed è grande lo stupore quando coach Sansone lo relega in panca, al quarto minuto, rimpiazzandolo con il modesto Guerrini. Si era sul 13-6 per gli ospiti e da questo momento cala il buio sugli umbri. Due bombe in sequenza di capitan Di Falco e Pelliccione riportano subito la partita in parità e di lì fino alla sirena di primo quarto salgono in cattedra Italiano, Musci e Povilaitis che con i loro canestri fruttano il primo vantaggio dei neroverdi, che chiudono la frazione in crescendo, portandosi avanti di 5 lunghezze (22-17). Ma per gli umbri il peggio deve ancora arrivare e, infatti, in avvio di secondo quarto Foligno inciampa su un parziale passivo di 12-3 che porta a 14 punti il vantaggio dei padroni di casa (34-20). Coach Sansone cerca di serrare le maglie della difesa ma in questa fase Pelliccione sfodera la migliore performance di stagione e questo basta e avanza per garantire alla Magic l’assoluto controllo della partita. Foligno ce la mette tutta e per tre minuti riesce quasi anche ad arginare l’attacco dei teatini, rosicchiando qualche punticino ma non riuscendo comunque mai a bucare con la necessaria fluidità di gioco la difesa dei magici. Tutto vano per gli umbri che nel finale di quarto affondano nuovamente sotto i colpi di Mennilli e Di Falco, subendo una striscia aperta di 8-0 con la quale si chiude la frazione prima del riposo lungo (44-28).

 La fortuna non sorride certo ai malcapitati ospiti, che perdono per infortunio, in aggiunta a Rath, ancora convalescente e relegato in panca, anche Tosti, a causa di una torsione innaturale del ginocchio sinistro. Sale sugli scudi Musci che sotto canestro hai gradi di master&commander, mentre oltre la linea dei tre punti non gli sono da meno Italiano, Di Falco e Mennilli che colpiscono a ripetizione il bersaglio. il tabellone mostra a chiusura di terzo quarto un inequivocabile verdetto, 70-40 per la Magic, un trentello che sancisce con dieci minuti di anticipo la vittoria dei padroni di casa.

 Spazio quindi ai giovani e ai giovanissimi, con Pelliccione a far da balia a Razzi, Fusella, Masciulli e Torlontano nelle vesti di attori giovani alla ribalta, capaci di tener bene la scena, mostrandosi questa volta pienamente all’altezza della situazione. Alla fine applausi scroscianti per tutti, la giusta moneta per una prestazione maiuscola. Chiusura in bellezza, concomitante con i risultati che arrivano dagli altri campi e che sanciscono la quinta vittoria consecutiva e la conquista da parte dei neroverdi della seconda piazza di classifica in condominio con Lanciano. Tanta ma tanta roba e non finisce qui!

MAGIC BASKET CHIETI vs LUCKY WIND FOLIGNO BK 89-53
Punteggi progressivi: 22-17; 44-28; 70-40; 89-53.
Punteggi parziali: 22-17; 22-11; 26-12; 19-13.
MAGIC BASKET CHIETI 89
De Gregorio 11, Alba 1, Di Falco 8, D’Amico 1, Mennilli 16, Italiano 12, Povilaitis 4, Fusella, Razzi 2, Torlontano, Pelliccione 18, Masciulli 4, Musci 13. All. Renato Castorina.
Tiri totali 28/66 42%; tiri da tre 11/22 50%; tiri liberi 12/20 60%; Rimbalzi 39 (7-32).
LUCKY WIND FOLIGNO BK 53
Guerrini, F. Tosti 3, Anastasi 9, Di Titta, G. Tosti 11, Rath NE, Mariotti 2, Camacho 14, Marani, Nikoci 2, Marchionni 6, Sakinis 6. All. Andrea Sansone.
Tiri totali 23/67 34%; tiri da tre 4/23 17%; tiri liberi 3/5 60%; Rimbalzi 37 (13-24).

Ultima modifica: 7 gennaio 2019

In questo articolo