Giulianova calcio, Ersilio Cerone nuovo allenatore



cerone_ersilioGiulianova. Ersilio Cerone, 47 anni, abruzzese di Avezzano, lo scorso campionato in B con la Salernitana, è il nuovo allenatore del Giulianova. Manca l’ufficialità, attesa nelle prossime ore. Ma Cerone ha superato la concorrenza di Fusi e Giusti. Nella giornata odierna il presidente Dario D’Agostino ha incontrato altri allenatori, compreso Edy Bivi che era pronto a mettersi in gioco.

Alla fine D’Agostino, pur non avendo ufficializzato il nome di Cerone, ha fatto la sua scelta, in sintonia con il direttore tecnico Giuseppe Tambone. Cerone avrà al suo fianco lo staff tecnico composto da Dario Di Giannatale (vice), Luciano D’Arcangelo (preparatore dei portieri), Ermanno Ciotti (preparatore atletico) che hanno preferito rimanere in giallorosso. Già da domani il nuovo allenatore dovrebbe iniziare a lavorare col gruppo nel ritiro di Palena, in attesa di completare l’organico.
Intanto, il consiglio federale della Figc che avrebbe dovuto riunirsi oggi per decidere sull’eventuale riapertura, o meno, dei termini per i ripescaggi, è stato posticipato al 30 luglio. Il 4 agosto, invece, verranno ufficializzati i ripescaggi. Questa mattina girava voce che il Pisa, fallito lo scorso anno, sarebbe stato ammesso in Prima Divisione al posto del Giulianova. Notizia apparsa anche sulla Gazzetta dello Sport.

“Se il presidente della Lega Pro Mario Macalli dovesse fare una cosa del genere”, sbotta il numero uno del sodalizio giallorosso, “non la passerà liscia. Se esiste un regolamento, deve essere rispettato. C’è una norma chiara che dice che le società che negli ultimi 5 anni hanno subito un fallimento non possono essere ripescate. Quindi mi sembra ovvio che il Pisa non abbia affatto i requisiti per poter essere ripescato. Sul fatto che abbiamo rinviato il consiglio federale, dico presidente_giulianova_calcio_dario_dagostinosemplicemente i veritici del nostro calcio sono piuttosto confusi e non sanno cosa fare”. Il presidente D’Agostino spera comunque in una riapertura dei termini per il completamento delle domande di ripescaggio. Al Giulianova manca il via libera di un istituto di credito per ciò che concerne le fidejussioni bancarie.

“E’ chiaro che la riapertura dei termini”, dice, “non potrà essere limitata solo alla Seconda Divisione, dove mancano diverse squadre per completare gli organici. Se ci sarà il via libera per una proroga, procederemo con i documenti che mancano, anche perché le fidejussioni hanno un costo da sostenere. In caso contrario, recupereremo i 400 mila euro che la Lega aveva voluto a fondo perduto per allestire una squadra competitiva per la Seconda Divisione. Mi auguro, comunque, che il presidente Macalli non faccia sciocchezze sui ripescaggi, ammettendo società che non hanno requisiti per tagliare fuori il Giulianova”. Intanto, la squadra domani alle 17,30 a Palena disputerà un’amichevole con una rappresentativa locale denominata “Pastificio De Cecco”. Il primo agosto, invece, affronterà alle 16,30 a Castel Di Sangro il Grosseto, formazione di serie B che si trova in ritiro in Abruzzo. Per quanto riguarda l’organico giallorosso, ufficializzati gli ingaggi del portiere Merletti e del centrocampista De Angelis (ex Valle del Giovenco) e dell’attaccante D’Angelo, prelevato dal Penne. Il difensore Zoppetti dopo aver lasciato il ritiro giallorosso si è accordato con la Paganese. Il Giulianova, infine, sarebbe interessato a Vincent Taua, ex Teramo.

Lino Nazionale


Ultima modifica: 28 ottobre 2017