Eccellenza, Martinsicuro in affanno: vince la Torrese (2-3) FOTO VIDEO



Martinsicuro: Osso, Ferrari (34’st Ruggieri), Ferretti, Cucco, Fiscaletti (34’st Dolegowski), De Cesaris, Di Giorgio, Pietropaolo, Bellini, Carboni (38’st Astarita), Nepa. A disp. Cannella, Alteri, Silvestri, Biagetti. All. Di Fabio

 

Torrese: Bruno, Casimirri, Addari (11’st D’Orazio), Scartozzi, Masullo (11’st Cichetti), Stacchiotti, Puglia (45’st Kruger), Tini, Carosone (15’st De Sanctis), Torbidone, Ricci (32’st Di Remigio). A disp. Castrone, Mazzagatti. All. Narcisi

Arbitro: Arnone di Empoli (Miccoli-Buonpensa)

Reti: 30’pt Bellini (M), 42’pt Stacchiotti (T), 5’st Pietropaolo su rig. (M), 10’st Scartozzi (T), 27’st De Sanctis (T)

Note. Angoli 4-1. Ammoniti: Pietropaolo, Carboni (M); Casimirri, Tini (T). Recuperi: 1’, 5’

 

Martinsicuro. Un’ora di buon calcio, e di buona intensità. Poi il Martinsicuro, zavorrato da alcune ingenuità, lascia il campo alla Torrese, più tonica nella fase discendente della contesa, che porta dalla sua parte la sfida. In una giornata nella quale tutte le squadre della zona play-off frenano bruscamente, la formazione di Di Fabio getta alle ortiche la possibilità di vidimare virtualmente il lasciapassare per la seconda fase.

Gli adriatici (al terzo stop consecutivo tra le mura amiche), non sono quelli di qualche settimana fa e stanno attraversando una fase di oggettiva flessione, dopo una stagione giocata sempre a grandi ritmi. In tutto questo contesto, però, non possono essere sottaciuti i meriti della formazione di Narcisi, con poco o nulla da chiedere al campionato, ma che offre una prova di qualità e determinazione.

Il Martinsicuro, ancora orfano di Maio, ha un buon approccio alla sfida e dopo aver creato qualche opportunità trova il vantaggio con Bellini. Il giovane attaccante, al terzo gol in altrettante gare, sfrutta alla perfezione una geniale rifinitura di Nepa. La Torrese, per buona parte della sfida con pochi sussulti offensivi, però prima del riposo confeziona il pari con la stoccata di Stacchiotti (difensore con il vizio del gol), che spedisce alle spalle di Osso un tiro cross di Torbidone.

Al rientro dagli spogliatoi il Martinsicuro, con un’inedita maglia rossa, torna in vantaggio con Pietropaolo che trasforma un rigore ottenuto dalla solita intuizione di Nepa. Gli uomini di Di Fabio, però, peccano di attenzione, perché poco dopo Scartozzi, con una punizione a due in area confezione il 2-2. Ingenui gli adriatici nella gestione del possesso, che poi produce il piazzato.

Narcisi, nel frattempo, innerba la squadra di forze fresche ed inserisce anche De Sanctis, che al 27’ firma il gol-vittoria con una pregevole e irresistibile azione personale. Il Martinsicuro non ha più tanta benzina nel motore e prova a reagire. Non produce moltissimo, ma avrebbe anche l’occasione di pareggiare in pieno recupero con la bella girata di Bellini che si stampa sull’incrocio.

Il tutto prodotto ancora dall’ispirato Nepa. Il Martinsicuro, in brusca frenata, ha il dovere di ritrovarsi in fretta per provare a blindare la terza piazza. La Torrese, teoricamente parlando, ha ancora la possibilità di agganciare il quinto posto, ma questo non equivale a centrare i play-off.

 

 

 

LE INTERVISTE

 

 

 

 

 

 

Ultima modifica: 15 aprile 2018

In questo articolo