Alba Adriatica, da luglio scatta il divieto di fumo in spiaggia: l’ordinanza

Alba Adriatica. La spiaggia di Alba Adriatica diventa off limits per i fumatori. Era stato annunciata, anche condiviso con le associazioni turistiche e dei balneatori durante i mesi scorsi.

 

Ora la limitazione prende forma e sostanza attraverso un’ordinanza firmata dal sindaco Antonietta Casciotti. Dal prossimo 1 luglio, infatti, ad Alba Adriatica scatterà il divieto di fumo su tutto il litorale (spiagge libere e in concessione), nella pineta litoranea e addirittura nello specchio d’acqua di competenza comunale (fino a 200 metri dalla riva).

Il divieto di accendere sigarette in spiaggia si lega anche ad un altro divieto: quello di gettare rifiuti prodotti dal fumo in acqua, sugli arenili, nelle pinete. Ma anche su tutto il territorio comunale. Sotto questo profilo l’idea lanciata dall’assessore all’ambiente Nicolino Colonnelli ha trovato sponde a livello cittadino e anche amministrativo, attraverso l’ordinanza del sindaco che sarà operativa al prossimo 1 luglio.

 

Il provvedimento si fonda su una serie di considerazioni di natura scientifica, sanitaria e anche pronunciamenti della Suprema Corte in materia di diritto alla salute. E valutazioni anche di natura ambientale e di decoro. Ovviamente, sul territorio comunale saranno collocati dei posaceneri (per evitare gli abbandoni), mentre in spiaggia i singoli concessionari si adegueranno per prevedere zone dove sarà possibile fumare all’esterno dei locali.

Il mancato rispetto dell’ordinanza, prevede sanzioni che vanno dai 25 ai 500 euro. Oltre a possibili ripercussioni, qualora accertate, anche sul piano penale.