Alba Adriatica, maxi-ripascimento e spiaggia di alimentazione: dalla Regione 2,6 milioni FOTO VIDEO

Alba Adriatica. Seicentomila euro per garantire la pianificazione della prossima stagione balneare, per compensare gli effetti dell’ultima mareggiata (quella di novembre) e ricreare un lembo di arenile.

 

Due milioni di euro per il 2021, quando in un tratto di arenile libero sarà creata la spiaggia di alimentazione. Una sorta di serbatoio utile per il prossimo quinquennio. Arco temporale nel quale (dopo la modifica del piano di costa), sarà pianificata la realizzazione di barriere rigide e si cercherà di reperire i fondi, che non sono pochi, per l’intera unità fisiografica. Arrivano risposte, concrete, dalla Regione per arginare l’incedere del fenomeno erosivo ad Alba Adriatica (ma anche a Villa Rosa e Martinsicuro), che ha stanziato risorse importanti. Alcune delle quali subito utilizzabili, anche perché la stagione turistica nella sostanza è oramai alle porte.

 

Il punto della situazione, alla luce dei provvedimenti adottati dalla giunta regionale tre giorni fa, è stato fatto in sala consiliare dal sottosegretario alla giunta regionale, Umberto D’Annuntiis (che ha parlato di “risposte celeri da parte dell’esecutivo regionale, in linea con quelli che erano gli impegni assunti” sempre nella stessa sede, nel mese di ottobre), dal sindaco Antonietta Casciotti (e dall’intero esecutivo) con la presenza degli attori principali. Che sono gli operatori turistici, che hanno gremito la sala consiliare. Emergenza da una parte, in vista della prossima stagione balneare. Pianificazione dall’altra, con la creazione di una novità assoluta a queste latitudini: ossia la spiaggia alimentazione, che prenderà forma nel 2021 e per la quale la Regione ha stanziato 2milioni di euro.

“ La stanziamento dei fondi”, ha sottolineato il sindaco, “ rappresenta un traguardo intermedio importante. La situazione di fatto, ovviamente, non significa restare fermi, ma vigilare affinchè tutto il percorso sia completato”.

Oltre ad Alba Adriatica, il piano regionale anti-erosione prevede anche fondi per oltre 1milioni per Martinsicuro. Oltre 200mila euro per la protezione della riviera (lavori già in corso), 400 mila euro per il ripascimento a Villa Rosa e 550mila euro per la rifioritura delle scogliere a Martinsicuro.

I tempi. Per le attività di ripascimento (che sarà effettuato con una draga), i tempi non potranno che essere ridotti, anche perché l’obiettivo è quello completare gli interventi entro il mese di maggio. Tempi e modalità di intervento, ovviamente, saranno definiti nelle prossime settimane.