Torano Nuovo, muore per un’infezione all’ospedale di Ascoli: disposta l’autopsia

Torano Nuovo. Muore in ospedale, per un’infezione, dopo 11 giorni in rianimazione e la Procura di Ascoli dispone l’autopsia.

 

Un uomo di Torano Nuovo, di 73 anni, nella giornata di ieri è deceduto all’ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno. L’uomo era stato ricoverato nel reparto di chirurgia lo scorso 14 marzo, per essere sottoposto ad un piccolo intervento chirurgico.

La degenza del paziente, però, si è protratta bel oltre la durata prevista. Sembra che nei giorni successivi l’uomo sia stato sottoposto ad altre due operazione fino allo scorso 2 aprile. Giorno nel quale è stato trasferito, d’urgenza, in rianimazione per gli effetti di un letale shock settico.

 

L’infezione, che ha causato la morte del paziente, potrebbe essere stata scatenata da errori o complicazioni sopraggiunte nella serie di interventi realizzati dai chirurghi guidati dal primario Marco Catarci.

Complicazioni poco chiare ai familiari del 73enne, rappresentati dall’avvocato Massimo De Luca, che attraverso il proprio legale hanno presentato una formale denuncia-querela chiedendo il sequestro delle cartelle cliniche del proprio congiunto e l’esecuzione dell’autopsia.

 

Il procuratore Rita Barbieri ha disposto l’immediato sequestro della salma dell’uomo che era appena arrivata nell’obitorio adiacente al nosocomio e delle sue cartelle cliniche. Sono stati i carabinieri di Ascoli ad operare il sequestro nella mattinata di ieri, nel reparto di chirurgia dell’ospedale. L’esame autoptico dovrebbe avvenire nei prossimi giorni.