Trovato l’accordo per la giunta regionale: 4 assessori alle Lega, 1 a testa per FI e FdI

L’Aquila. Quattro assessorati alla Lega, uno per Forza Italia (che avrà anche la presidenza del consiglio regionale) e uno per Fratelli d’Italia.

 

E’ stato raggiunto, dopo una lunga riunione, la quadratura del cerchio per comporre il nuovo esecutivo regionale.

Nello stesso vertice, al quale hanno preso parte tutti i referenti dei partiti della coalizione, è stato dato mandato al Presidente Marco Marsilio di definire nomi e deleghe e di comunicarlo.

 

Operazione che avverrà nelle prossime ore. Alla Lega, partito di maggioranza relativa, spetteranno 4 assessorati e la vice-presidenza della Regione. A Forza Italia un assessore, il sottosegretario alla presidenza e l’indicazione del presidente del consiglio regionale, un assessorato per Fratelli d’Italia.

A questo punto saranno sei i subentri tra i consiglieri regionali.

 

I commenti. “Segnalo che la Regione ha solo sei assessori e lo considero un problema di funzionalità dell’ente”. Così il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, di Fratelli d’Italia, parlando dell’insufficienza del numero degli assessori, sei, dopo aver trovato l’intesa con i partiti per la formazione della nuova giunta dopo la netta vittoria del centrodestra alle elezioni dello scorso 10 febbraio.

 

“Una normale città ha nove o dieci, a volte, dodici assessori, le Regioni hanno un patrimonio sterminato di deleghe e competenze di un lavoro enorme da fare sul territorio vasto e nel rapporto con Roma dove quasi tutte le settimane gli assessori sono chiamati a presidiare i ministeri – ha spiegato ancora – Credo che a sole sei persone questo compito immane sia alla radice di tante disfunzionalità, quindi porrò questa riflessione al Consiglio alla prima seduta”.

 

Quella di Zelli, “è una posizione di assoluto riguardo all’interno dell’ufficio di presidenza del Consiglio regionale, nelle prossime ore verrà ulteriormente definito”.

 

“Penso che sia necessario individuare una sintesi e capisco che naturalmente rispetto alle legittime ambizioni e aspettative di tutti, quando arriva il momento di dover stringere, anche nella freddezza delle posizioni disponibili, è chiaro che non tutti possono essere soddisfatti fino in fondo – ha aggiunto ancora a proposito dello strappo di Azione Politica, che chiedeva l’assessore esterno per lo stesso Zelli – ma penso sia giusto rispettare gli esiti, i numeri, i pesi e che se tutti useranno buon senso e ragionevolezza in questo la legislatura andrà avanti speditamente”.

Sul rischio che la maggioranza di centrodestra, che ha 18 consiglieri contro i 13 delle opposizioni, possa non avere i numeri sufficienti per governare all’interno del Consiglio regionale, qualora Azione Politica dovesse ritirare il proprio sostegno con il consigliere Roberto Santangelo, al pari di  Marianna Scoccia, eletta con la lista Udc-Dc-Idea, ripudiata in campagna elettorale dallo stesso governatore per la candidatura della scoccia, moglie dell’ex assessore di centrosinistra Andrea Gerosolimo, Marsilio ha sottolineato che “non voglio neanche pensare a una defezione di qualcuno, chi è stato eletto in maggioranza sta con la maggioranza, ha un dovere di rispetto dell’esito elettorale, fa parte del Consiglio anche perché c’è un robusto premio di maggioranza che premia anche le formazioni minori, quindi concorrerà con pienezza di titoli all’indirizzo politico e amministrativo e penso che sia dovere, oltre che diritto, di tutti gli eletti in maggioranza di sostenere la maggioranza e contribuire al suo percorso”.

Bellachioma. “Grande soddisfazone per l’accordo, ho già informato Matteo Salvini che abbiamo raggiunto la quadra, i quattro assessori sono la giusta identificazione  del voto degli abruzzesi”.
Così il deputato e segretario abruzzese della Lega, Giuseppe Bellachioma, sull’intesa raggiunta oggi a L’Aquila sulla formazione della nuova giunta regionale di centrodestra.

“La Lega si prepara a governare con la maggioranza in entrambe le  istituzioni, sia giunta sia Consiglio, ma respingo al mittente sdegnosamente ogni illazione in riferimento ad un presunto commissariamento di Marsilio da parte mia, che proviene da chi ha perso le elezioni e non si rassegna – chiarisce Bellachioma
-. Saremo leali non solo con il governatore e con gli alleati ma soprattutto con gli abruzzesi. In serata mi vedrò con Salvini ed in base alle deleghe abbineremo i nomi attraverso i curricula, la serietà e l’affidabilità”.

 

Pagano. “Sono molto soddisfatto della trattativa e della sua conclusione, facciamo i nostri migliori auguri al presidente della regione che nel più breve tempo  possibile possa dare un cambio di passo a questa regione, se lo meritano gli abruzzesi”.
Così il senatore e coordinatore regionale azzurro, Nazario Pagano, in merito all’intera sulla formazione della nuova Giunta raggiunta oggi a L’Aquila.
“Fi sarà convintamente al suo fianco nel mantenere gli impegni presi con abruzzesi e tra di noi”, conclude Pagano.