37° Incontro di Folklore Internazionale a Penna S. Andrea

laccio_d_amoreDal 2 al 4 agosto 2013, a Penna Sant’Andrea, si terrà la 37° Edizione dell’Incontro di Folklore Internazionale. Alla manifestazione parteciperanno 14 gruppi folk provenienti da Messico, Argentina, Slovacchia, Kenia, Campania, Lombardia, Sicilia, Molise, Abruzzo, per un totale di 300 suonatori e ballerini.

La 37^ edizione dell’Incontro di Folklore tradizionale è organizzata dall’Associazione “Laccio d’Amore”, su delega del Comune di Penna.

 Il Festival partirà venerdì 2 agosto con l’esibizione dei Gruppi in costume.   Sabato 3 agosto ci sarà la quinta edizione della “Notte Folk”: gruppi di musica popolare di varie nazioni si esibiranno per l’intera nottata. Infine, domenica 4 agosto il classico Incontro di Folklore con Gruppi in costume di ogni parte del mondo.

Una rassegna che non è solo folk ci saranno, infatti, mostre dedicate agli strumenti musicali artigianali e alla tradizionale danza del Laccio d’Amore. Il 3 agosto omaggio al suonatore di “ddu bbotte” Basilio D’Amico, con la presentazione del documentario alle ore 18.

Sarà possibile anche ammirare e acquistare strumenti musicali popolari fatti a mano da Enzo Di Silverio, che esporrà una vasta rassegna della sua produzione artigianale e darà dimostrazione pratica di come si assemblano cembali, vurriconi ed altri rari strumenti.

Saranno allestiti, inoltre, vari stand dedicati alla Riserva Naturale “Castel Cerreto”, alla produzione di vino cotto, alla creazione di vari oggetti dell’artigianato artistico.

 Negli stand enogastronomici, un posto di primo piano verrà riservato al pane “casereccio” che costituirà la base di gustosi panini con varie specialità tradizionali.

 

Il Festival si aprirà con un gruppo proveniente dall’Argentina, la Compania de Danzas ” Sentires”   di Oncativo, e si chiuderà sabato sera dalla “Notte Folk”. Si potrà ballare sino all’alba accompagnati dalle musiche e dai canti veramente da ogni parte del mondo: Li Sandandonijre di Penna Sant’Andrea e “Musicantica” del salernitano, gli abruzzesi “Lupi della Majiella” ed i siciliani del “Ballo pantomima della cordella”, la musica al femminine delle “Moirarmoniche” piemontesi e quella dei “Mariachi” di Città del Messico, il folklore in chiave moderna dei teramani Hardfolk ed i tamburi tribali del “Nairobi National Dance Ensemble” del Kenia.

Domenica alle 10.30 sarà possibile assistere alla S. Messa nella Chiesa di recente restaurata dai danni del terremoto insieme ai Gruppi in costume che arricchiranno la sacra funzione con i canti religiosi tipici delle loro nazioni: Slovacchia, Kenia, Argentina, Messico.

Alle 17.30 ci sarà poi la Gran Parata: per le vie del paese e lungo il viale i Gruppi presenti a Penna Sant’Andrea daranno un breve saggio del loro repertorio.

La sfilata verrà aperta dai bambini dal “Laccio d’amore”, i quali daranno un saggio della loro bravura ai loro genitori, nonni e bisnonni che prima di loro hanno ballato l’antichissima danza sin dagli anni ’20,  sulle piazze di tutta Italia ed in numerosi paesi stranieri.

Alle 20.30 inizia la serata finale che vedrà sul palcoscenico i Gruppi di Slovacchia, Messico, Sicilia, Kenia, Molise ed infine il “Laccio d’amore” che da 37 anni chiude tradizionalmente il Festival.

 

Gli stand saranno aperti dalle ore 19; sarà disponibile un ampio parcheggio con servizio di bus navetta gratuito.

 

Per info: tel. 346.1763971 email: pennafolk@email.it http://www.incontrofolk.altervista.org