San Giovanni Teatino, al via il 1° International Piano Festival

presentazione 1 international piano festivalSan Giovanni Teatino. Ieri, giovedì 21 agosto, è stata aperta la prima edizione dell’International Piano Festival. L’evento, organizzato per la prima volta in Italia, ha attirato musicisti da tutto il mondo ed è stato organizzato dalla Scuola Internazionale della Musica “Cenacolo della Musica – Abbazia di S. Irene” di Catignano in collaborazione con la Scuola Civica Musicale di San Giovanni Teatino, diretta da Giuliano Mazzoccante, con il Centro Mediterraneo della Cultura e dell’Arte (Mcca) e con il Centro di Cultura Russa in Italia.

 
 “È la prima volta che l’evento si fa in Italia – ha rimarcato il direttore artistico del Cenacolo della Musica, Giuliano Mazzoccante – e si fa grazie all’impegno di varie persone ed è composto da una serie di concerti, importante è stato il supporto del Rotary, Distretto 2090, fondamentali sono anche gli altri supporti. I partecipanti vengono anche da altri Paesi, in questo Festival abbiamo rappresentate Europa ed Asia. Qui a San Giovanni Teatino abbiamo avuto tantissime collaborazioni, in primis con l’amministrazione comunale, poi il Teatro stesso che ci ha accolti veramente molto bene, come le strutture ricettive che agevolano molto la permanenza dei musicisti stranieri. Quest’anno c’è una peculiarità, si ricorda Massimo De Matteis che è stato il fondatore degli Amici della Musica di Chieti. Ho l’onore di essere il direttore artistico del Festival. Ringrazio il sindaco di San Giovanni Teatino ed il sindaco di Catignano perché organizzare un evento del genere richiede un grande impegno”.
 
 Il 1° International Piano Festival prevede dei corsi di perfezionamento, tenuti presso la Scuola Civica Musicale di San Giovanni Teatino dal 21 al 26 di agosto, un concorso pianistico che si terrà dal 27 al 29 agosto e una serie di concerti. 
 
 I corsi di perfezionamento sono tenuti da maestri internazionali, provenienti dalla Russia, dalla Spagna, e dalla Germania, i quali aiuteranno i musicisti a perfezionare le loro abilità musicali, che metteranno in mostra durante i concerti.
 
 I pianisti, provenienti da tutto il mondo, si esibiranno in diversi luoghi: questa sera, alle 21 presso il “Cenacolo della Musica – Abbazia di S. Irene” a Catignano, ci sarà il primo concerto d’apertura. Domani, 23 agosto, suoneranno a Roma, nella splendida cornice del Teatro Marcello, alle ore 20:30; domenica 24 agosto, alle ore 21:00 ritorneranno a Catignano, sempre al Cenacolo della Musica. Lunedì 25 agosto, alle 19:30 eseguiranno le loro performances nel museo di scienze biomediche dell’università “G. d’Annunzio”, a Chieti. Martedì 26 agosto sarà la volta di San Giovanni Teatino, dove i musicisti si esibiranno nell’auditorium per una serata di gala all’insegna della buona musica.
 
 Infine, il 29 agosto ci sarà l’evento conclusivo, che chiuderà l’intera manifestazione, dove avverrà la premiazione dei musicisti che si saranno distinti nel concorso per pianisti che si terrà dal 27 al 29 agosto. La serata di chiusura avrà luogo in piazza San Rocco, alle ore 21:30, e prevede una cerimonia e un concerto.
 
 “Ho avuto la fortuna di aver instaurato una collaborazione con il maestro Mazzoccante – ha detto il sindaco di Catignano, Enrico Valentini – che è veramente una persona straordinaria, siamo felici di aprire questo evento. Ci siamo insediati da poco, crediamo molto nella cultura, anche in quella musicale, per rilanciare il nostro territorio, quindi supportiamo questi eventi. La strada mi sembra quella buona”.
 
 I musicisti vincitori, durante la cerimonia, riceveranno un premio in denaro: in particolare, uno dei premi onorerà la memoria di Massimo De Matteis, con l’offerta da parte del figlio, di una borsa di studio. Anche le scuole di cultura russa e mediterranea offriranno delle borse di studio per partecipare ai festival di pianoforte a Colonia, in Germania, e a Malta.
“La Scuola Civica Musicale è un’Istituzione di San Giovanni Teatino – ha spiegato il sindaco di San Giovanni Teatino, Luciano Marinucci – ed è una cosa che qualunque sindaco vorrebbe sul proprio territorio. Il maestro Mazzoccante ha fatto in modo che mantenessero degli standard di un certo livello, se ci sono delle attenzioni anche dall’estero vuol dire che c’è una certa qualità. Questa per me è una delle attenzioni principali della città di San Giovanni Teatino. Molte famiglie hanno dovuto recedere anche se le rette sono livellate a quelle del mercato. Con i tagli fare cultura oggi è veramente difficile perché bisogna assicurare prima i servizi essenziali e poi quelli strumentali, quindi va un plauso agli organizzatori. Aver aperto una collaborazione con il Comune di Catignano, che ha un sindaco molto giovane, per me è un’ulteriore soddisfazione”.
Per informazioni si può consultare il sito www.pianofest.it.
 
Francesco Rapino