Ortona, ‘Orizzonti diVersi’: tra arte e cultura a Palazzo Farnese una mostra di artisti iraniani e italiani

Ortona. A partire dal 19 luglio nelle stanze di Palazzo Farnese sono esposte le opere e le installazioni degli artisti iraniani e italiani che partecipano alla rassegna d’arte internazionale “Orizzonti diVersi”. «Si tratta di una manifestazione che oltre al suo intenso valore artistico, culturale e sociale – commenta il sindaco Leo Castiglione – accende l’attenzione sul nostro territorio e sulla sua costa che diventa uno scenario espositivo naturale con i suoi luoghi storici come il Palazzo Farnese di Ortona e il trabocco del Turchino a San Vito».

La mostra organizzata dalle associazioni “Arte e trabocchi” e “Il comune delle idee”, allestita dalla curatrice Concetta Meri Leone, è stata sostenuta dal comune di Ortona e di San Vito che vedrà sabato 10 agosto al Trabocco Turchino la presentazione del libro fotografico “Iran Trough a Lens” della giornalista Anna Chiara Moggia. Fino al 24 agosto nelle stanze del cinquecentesco palazzo ortonese dimora di Margarita d’Austria, è possibile ammirare le creazioni artistiche espressione della cultura mediorientale e europea attraverso diverse forme d’arte che vanno dalla pittura alla scultura, dalla fotografia all’architettura, dalla ceramica alla tessitura. Il progetto della rassegna d’arte vuole mettere in evidenza realtà artistiche locali e internazionali attraverso interpretazioni di autori di rilievo in un contesto scenografico espositivo unico e particolare come i luoghi storici della costa teatina.

“Questo è un progetto – dichiara il vice sindaco con delega alla cultura Vincenzo Polidori – che abbiamo sostenuto per il suo valore culturale e sociale che coinvolge numerosi artisti in una logica di condivisione e di crescita reciproca”.

Tra gli artisti iraniani coinvolti figurano Solmaz Vilkachi, Soodeeh Shafiee, Parastoo Pakzad, Maryam Pazeshki, Fariba Karimi, Venus Shokri, Bahar Hamzepour, Mahshid Moussavi, Mahsa Razavi, Carmel Maaleki, Nahid Rezashateri e Neda Shafiee Moghaddam. L’Italia sarà invece rappresentata da Gianluca Ciccarini, Giuseppe Liberati, Assunta Perilli, Mauro Vitale, Francesco Todisco, Claudio Dell’Osa, Nostos e Marco De Angelis. La manifestazione ha il patrocinio del Ministero dei Beni e delle attività Culturali, della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio, della Regione Abruzzo, della Camera di Commercio di Chieti e Pescara e della Provincia di Chieti. La mostra allestita a Palazzo Farnese sarà aperta fino al 24 agosto dal martedì alla domenica con orario dalle 18 alle 24.