Allerta sugli antibiotici: ecco quelli a rischio

Predisposto il ritiro dal mercato per gli antibiotici contenenti cinoxacina, flumechina, acido nalidixico e acido pipemidico.

L’Agenzia Italiana del Farmaco, Aifa, ha deciso di aggiornare le informazioni di sicurezza relative ai medicinali contenenti fluorochinoloni come: ciprofloxacina, levofloxacina, moxifloxacina, pefloxacina, prulifloxacina, rufloxacina, norfloxacina, lomefloxacina.

“Sono state segnalate – scrive l’Aifa in una nota destinata ai medici – reazioni avverse invalidanti, di lunga durata e potenzialmente permanenti, principalmente a carico del sistema muscoloscheletrico e del sistema nervoso. Di conseguenza, sono stati rivalutati i benefici ed i rischi di tutti gli antibiotici chinolonici e fluorochinolonici e le loro indicazioni nei paesi dell’UE ”.

Per alcune tipologie di antibiotici a base di fluorochinoloni, in particolare per quelli contenenti: cinoxacina, flumechina, acido nalidixico e acido pipemidico, l’agenzia ha disposto il ritiro dal mercato, mentre gli altri potranno essere ancora prescritti seppur “con particolare prudenza”, sottolinea l’Aifa.

In un’intervista rilasciata all’Adnkronos, il farmacologo Silvio Garattini ha dichiarato: “è positivo che l’Aifa abbia diramato una nota informativa ai medici su questi antibiotici. È necessario che l’informazione su questi prodotti continui a circolare perché deve arrivare a tutti i medici. In questo modo, inoltre, chiunque si trova in terapia attualmente potrà chiedere al proprio medico curante informazioni aggiornate ed efficaci”.