Bosco in fiamme a causa di una grigliata: maxi-multa da 13 milioni di euro

Oltre alla multa milionaria ricevuta dai Carabinieri forestali, i responsabili rischiano anche una condanna per disastro colposo.

È una multa particolarmente salata quella che i Carabinieri forestali hanno recapitato a due ventenni accusati di aver provocato l’incendio che, tra la fine dello scorso dicembre e la metà di gennaio, ha distrutto oltre 110 ettari di bosco nei pressi del monte Berlinghera, in provincia di Como.

I due giovani facevano parte di una comitiva che avrebbe dovuto trascorrere il capodanno nella zona, ma durante il pranzo del 30 dicembre, i due ragazzi hanno perso il controllo del fuoco che avevano acceso per un barbecue.

Le fiamme, alimentate dalla vegetazione secca e dal vento, hanno dato luogo ad un vasto incendio che ha richiesto due settimane di lavoro dei vigili del fuoco, prima di essere domato. Alla fine, il bilancio è stato di 110 ettari di bosco andati completamente distrutti, decine di animali morti nelle stalle invase dal fumo e diversi edifici danneggiati.

Le indagini hanno poi permesso di risalire ai due giovani cui è stata notificata una sanzione da 13 milioni e 542mila euro. La multa record è stata calcolata in base a precise tabelle, stabilite dalla legge, che prevedono sanzioni comprese tra i 118 e 593 euro ogni 100 metri quadrati di bosco danneggiati.



In questo articolo: