Giro di vite sulla plastica usa e getta: ecco gli articoli vietati a partire dal 2021

Approvata in via definitiva la direttiva che mette al bando tutta una serie di articoli monouso in plastica.

A partire dal 2021, in tutti i Paesi membri dell’Unione Europea sarà vietato commercializzare una precisa serie di articoli monouso in plastica. È quanto prevede una direttiva approvata oggi, con larghissima maggioranza, dal Parlamento Europeo.

Nella lista degli articoli che tra meno di due anni saranno vietati figurano: piatti e posate monouso in plastica, cannucce, bastoncini cotonati, bastoncini per palloncini e contenitori per alimenti in polistirolo espanso.

Novità in arrivo anche per le bottiglie di plastica, che entro il 2025 dovranno essere realizzate con almeno il 25% di materiale riciclato. Inoltre, la direttiva prevede che la percentuale di riciclo delle bottiglie in plastica raggiunga almeno la quota del 90% entro il 2029.

Infine, la nuova normativa estende anche all’industria del tabacco il principio del “chi inquina paga”, in particolare, i produttori di sigarette saranno soggetti ad una responsabilità estesa per quanto riguarda la raccolta e il riciclaggio dei mozziconi.

Secondo quanto dichiarato dalla relatrice del provvedimento, la liberale belga Frederique Ries, oltre ai benefici di natura ambientale, la direttiva approvata oggi porterà con sé anche dei considerevoli vantaggi economici. “Questa legislazione – sottolinea Ries –  ridurrà il danno ambientale di 22 miliardi di euro, il costo stimato dell’inquinamento da plastica in Europa di qui al 2030”.