Macchinisti ubriachi, Frecciarossa bloccato in stazione

Trenitalia: “episodio mai registratosi in precedenza”

Treno soppresso a causa dello stato di ebrezza dei macchinisti. È quanto accaduto al Frecciarossa 9604 che stamane avrebbe dovuto effettuare la tratta da Brescia a Napoli. La partenza era fissata alle 5.17 ma il capotreno, accortosi dello stato di alterazione dell’unico macchinista presente, ha allertato la sala operativa di Trenitalia e impedito la partenza del convoglio.

Sul posto è quindi intervenuta la Polfer che ha scoperto come il secondo macchinista, a causa del forte malessere dovuto all’eccesso di alcool, non si fosse nemmeno presentato in stazione mentre il collega presente aveva un tasso alcolemico di 1,95 g/litro, quasi quattro volte oltre il limite consentito per la guida delle normali autovetture.

Preso atto della situazione, Trenitalia ha quindi disposto la cancellazione del treno e trasferito i passeggeri a Milano, da dove sono poi finalmente partiti per Napoli a bordo di un altro Frecciarossa. In una nota, Trenitalia ha assicurato che “verificherà eventuali violazioni da parte dei macchinisti degli obblighi contrattuali e della deontologia professionale” e che “si riserva di adottare tutti i provvedimenti del caso”.