Morbillo: Ausl multa i genitori no-vax

Le sanzioni sono state elevate sulla base del decreto Lorenzin che prevede multe da 100 a 500 euro.

Considerato il numero insolitamente alto dei casi di morbillo verificatisi negli ultimi mesi nel riminese, l’Azienda sanitaria locale ha deciso di correre ai ripari applicando le sanzioni previste dalla legge nei confronti dei genitori che rifiutano di vaccinare i propri figli.

L’Ausl ha sottolineato che i provvedimenti sono partiti solo dopo aver accertato l’assenza di eventuali condizioni di esonero e dopo aver ripetutamente sollecitato le famiglie interessate a mettersi in regola con le vaccinazioni.

Le multe, circa una quindicina quelle già notificate, hanno un importo di 166,66 euro ciascuna, che diventano 181 euro considerando anche le spese di notifica. Inoltre, nel verbale consegnato ai genitori dei bambini, l’Ausl precisa che “il pagamento della sanzione non consente comunque la regolare frequenza dei bambini negli asili nido e nelle scuole materne”.

Infatti, al contrario di quanto accade nelle scuole elementari, medie e superiori, che essendo scuole dell’obbligo non possono prevedere la sospensione dei servizi scolastici, negli asili e nelle scuole materne è possibile rifiutare l’ingresso in classe per i bambini non in regola con gli obblighi vaccinali.



In questo articolo: