Salvini: “faremo censimento dei rom”

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha annunciato “una ricognizione sui rom in Italia, per vedere chi, come e quanti”.

Al Ministero mi sto facendo preparare un dossier sulla questione rom in Italia, perché dopo Maroni non si è fatto più nulla, ed è il caos”, ha dichiarato Salvini, precisando che gli stranieri irregolari verranno espulsi, mentre “i rom italiani purtroppo te li devi tenere a casa”.

Salvini ha poi sottolineato che “Non è nostra intenzione schedare o prendere le impronte digitali a nessuno”. Una precisazione che tuttavia non ha placato le prevedibili polemiche.

Le parole del ministro dell’Interno hanno infatti provocato l’immediata reazione dell’Associazione nomadi il cui presidente, Carlo Stasolla, ha dichiarato: “Il ministro dell’Interno sembra non sapere che in Italia un censimento su base etnica non è consentito dalla legge”.

“Inoltre esistono già dati e numeri su chi vive negli insediamenti formali e informali – precisa Stasolla – e i pochi rom irregolari sono apolidi di fatto, quindi non è possibile espellerli”.

Dura presa di posizione anche da parte del segretario del PD, Maurizio Martina, che ha definito l’annuncio di Salvini “l’ultimo atto di una escalation di messaggi pericolosi e inaccettabili”.



In questo articolo: