È morto Paolo Villaggio

Il popolare attore era da giorni ricoverato in una clinica romana. Aveva 84 anni.

Ciao papà ora sei di nuovo libero di volare”, è con queste parole che la figlia Paolo Villaggio, Elisabetta, ha annunciato tramite facebook la scomparsa del padre. Nato a Genova il 30 dicembre del 1932, Paolo Villaggio è stato uno dei più amati attori comici del panorama italiano.

Celebri le sue maschere, dal sadico dottor Kranz al timido Fracchia, passando ovviamente per il celeberrimo rag. Ugo Fantozzi. Interprete di talento, Paolo Villaggio è stato protagonista di decine di pellicole, non solo comiche, ed ha lavorato con alcuni dei maggiori registi italiani del dopoguerra, come Fellini, Olmi e Monicelli.

Oltre che attore, Paolo Villaggio è stato anche uno scrittore di successo, autore di decine testi tra monologhi, racconti satirici e canzoni, tra cui spiccano “Il fannullone” e “Carlo Martello ritorna dalla battaglia di Poitiers”, scritte per l’amico Fabrizio De André.

Considerato uno dei più grandi attori comici del dopoguerra, Paolo Villaggio ha negli anni accumulato riconoscimenti prestigiosi, dal David di Donatello per il miglior attore protagonista in “La voce della Luna” (1990) al Nastro d’argento per “Il segreto del bosco vecchio”, fino al Leone d’Oro alla carriera ottenuto al Festival del cinema di Venezia del 1992.



In questo articolo: