Spesometro: via libera alla proroga fino al 5 ottobre

Fuori uso il portale per l’invio telematico dei dati delle fatture. L’Agenzia delle Entrate proroga i termini per presentare gli adempimenti relativi allo “Spesometro”.

Il servizio web è temporaneamente sospeso per manutenzione. Restano attivi tutti gli altri canali di trasmissione. Ci scusiamo per l’inconveniente”, questo il messaggio che campeggia sulla pagina web predisposta dell’Agenzia delle Entrate per l’invio dei dati relativi al cosiddetto “spesometro”, una comunicazione obbligatoria il cui mancato adempimento entro la scadenza prevista è punito con una multa da 258 a 2065 euro.

Il servizio di trasmissione online è stato sospeso lo scorso venerdì, quando si è notato come inserendo il semplice codice fiscale di un contribuente fosse possibile accedere a tutti i suoi dati fiscali. Il blocco, proprio in prossimità della scadenza per la trasmissione dei dati, originariamente prevista per il prossimo 28 settembre, ha scatenato le ire del Consiglio nazionale dei commercialisti che ha definito la vicenda “inaccettabile” e “non degna di Paese civile”.

L’Agenzia delle Entrate è quindi corsa ai ripari posticipando la scadenza al prossimo 5 ottobre, inoltre gli uffici valuteranno se non applicare sanzioni, per una sorta di moratoria, da valutare in caso di errori formali o effettive difficoltà, fino a 15 giorni dalla scadenza originaria.



In questo articolo: