Ambiente: in arrivo la norma “blocca trivelle”

L’emendamento preparato dal Governo sospenderà fino ad un massimo di tre anni il rilascio di oltre 30 autorizzazioni per le attività di ricerca e prospezione di idrocarburi nei mari italiani.

È pronto l’emendamento al decreto semplificazione tramite il quale il Governo intende sospendere alcune autorizzazioni alla ricerca di idrocarburi già rilasciate e oltre 30 richieste di autorizzazione in attesa di approvazione.

Ad annunciarlo è il sottosegretario allo sviluppo economico, Davide Crippa, che in una nota sottolinea come le attività di ricerca ed estrazione di idrocarburi, “non rivestono carattere strategico e di pubblica utilità”.

Tale indicazione – continua Crippa – rientra pienamente nel programma del Governo del Cambiamento orientato alla decarbonizzazione, con la sostituzione di petrolio e derivati e l’utilizzo delle fonti rinnovabili per il raggiungimento della sostenibilità e dell’indipendenza del sistema energetico nazionale”.

L’emendamento, inoltre, prevede l’introduzione del Piano per la Transizione Energetica Sostenibile delle Aree Idonee (Ptesai), strumento già in programma da tempo, che sarà definito attraverso il sistematico confronto con gli enti locali interessati.

Il piano, garantisce Crippa, verrà predisposto in maniera tale da ”assicurare la piena sostenibilità ambientale, sociale ed economica del territorio nazionale e per accompagnare la transizione del sistema energetico nazionale alla decarbonizzazione”.