FRANCO DI BONAVENTURA Candidato alla carica di Consigliere Regionale |  LE RAGIONI DEL MIO IMPEGNO

 LE RAGIONI DEL MIO IMPEGNO

Franco Di Bonaventura spiega, in una lettera aperta, i motivi che lo hanno spinto a candidarsi.

 Cittadine e Cittadini,

 dal 2001 al 2011 ho avuto l’onore di essere il Sindaco di Roseto degli Abruzzi, vincendo le elezioni del 2001 al primo turno con il 53,33% e quelle del 2006 al primo turno con il 78,36%.

 Durante i 10 anni nei quali ho governato la mia amata città, essa è diventata il primo centro della Provincia di Teramo dopo il capoluogo di provincia, anche grazie a una serie di interventi che ancora oggi la caratterizzano come: il palasport più grande d’Abruzzo intitolato a Remo Maggetti, il lungomare intitolato a Pasquale Celommi, il festival cinematografico Roseto Opera Prima, il premio di saggistica Città delle Rose e tante altre realizzazioni che mi rendono orgoglioso del lavoro svolto.

 In quei 10 anni Roseto è cresciuta e rosetane e rosetani hanno trovato lavoro, contribuendo a far crescere il Lido delle Rose: un circolo virtuoso che è stato possibile perché alla visione che avevamo dello sviluppo cittadino ha fatto seguito una serie di azioni finalizzate a realizzare quanto pianificato.

 La crescita è stata tanto forte da consentire a Roseto di essere città aperta e solidale in occasione del terribile terremoto dell’Aquila del 2009, quando la nostra città è stata quella che ha accolto più sfollati dal capoluogo di regione.

 Dopo 10 anni dedicati a Roseto, sono tornato al mio lavoro di geometra senza chiedere nulla alla politica.

 Oggi, Giovanni Legnini mi ha chiesto di impegnarmi nuovamente, dando il mio contributo in ambito regionale.

 Io sono un uomo pubblico che non ha mai amato le urla e gli slogan e che ha sempre lavorato, facendo dell’impegno quotidiano il mezzo per mantenere le promesse fatte a cittadine e cittadini.

 Per questo oggi sento il dovere di tornare a impegnarmi per il bene pubblico, contrastando una deriva fatta di politica urlata e di politici inesperti che – per quanto volenterosi – non hanno mai amministrato e non ce la fanno a dare risposte a chi li ha votati in buona fede.

 Offro il mio impegno quotidiano alla Regione Abruzzo, per lavorare ai temi che interessano tutti i cittadini: rispetto dell’ambiente, cura del territorio, potenziamento del sistema sanitario pubblico, valorizzazione delle nostre bellezze e delle nostre strutture per facilitare la nascita di nuove imprese turistiche, commerciali e industriali.

 La mia garanzia è rappresentata dai risultati ottenuti nei 10 anni nei quali ho governato Roseto e dalle molte cose fatte.

 Per questo, se volete una politica fatta di toni bassi, lavoro silenzioso e conseguenti risultati, io chiedo la vostra fiducia per essere il rappresentante del territorio di Roseto degli Abruzzi e dei comuni vicini in seno alla Regione Abruzzo.

 La mia esperienza e la mia capacità di realizzare quanto promesso, al servizio del nostro Abruzzo.

messaggio elettorale