Canosa Sannita, nasce la Casa dell’acqua

acqua_rubinettoCanosa Sannita. Ridurre drasticamente il consumo delle bottiglie di plastica da parte delle famiglie e, di conseguenza, i costi di smaltimento e l’inquinamento dell’ambiente. È l’obiettivo dell’amministrazione comunale di Canosa Sannita che domani – sabato 28 gennaio – inaugurerà la “Casa dell’acqua”, un impianto per la produzione e distribuzione di acqua naturale e frizzante a basso costo, situato in via degli Eroi. L’inaugurazione si svolgerà alle ore 11 alla presenza del sindaco, Lorenzo Di Sario.

Il costo per litro per il cittadino è di appena cinque centesimi. L’acqua può essere acquistata introducendo monetine nel distributore o, ancora più comodamente, acquistando una chiavetta da precaricare con l’importo desiderato.

“Con questa iniziativa – spiega il sindaco Di Sario – l’amministrazione comunale vuole fornire un utile, economico e moderno servizio a tutta la cittadinanza. Nello stesso tempo la riduzione del numero di bottiglie da smaltire produrrà un risparmio economico per le casse comunali e sarà utile a diminuire gli scarichi in atmosfera di anidride carbonica per contribuire a consegnare ai nostri figli un ambiente migliore”.

E’ solo una delle iniziative rispettose dell’ambiente avviate dal Comune di Canosa Sannita: si aggiunge, infatti, al rinnovamento della pubblica illuminazione utilizzando sistemi a led che comportano un notevole risparmio energetico, all’installazione di un impianto fotovoltaico pubblico nonché alla firma del patto “20-20-20” siglato nel maggio 2010 a Bruxelles, presso il Parlamento Europeo, dove il primo cittadino insieme agli altri sindaci presenti si è impegnato a ridurre del 20% la produzione di anidride carbonica entro il 2020 e a migliorare del 20% l’efficienza energetica.



In questo articolo: