Filetto: botte a moglie e suoceri, 29enne sottoposto ad obbligo di soggiorno

Filetto.  Botte alla moglie, in un’occasione anche con il figlio appena nato tra le braccia della donna, botte perfino ai suoceri. Un uomo di 29 anni, I.E., e’ stato sottoposto alla misura cautelare con obbligo di soggiorno nel comune di Filetto  per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali su richiesta della Procura di Lanciano, le cui indagini sono state coordinate dal sostituto procuratore Anna Benigni e condotte dalla sezione di Polizia Giudiziaria Carabinieri della Procura.

“L’indagato – riferiscono in una nota gli inquirenti – nel periodo che va da novembre 2012 fino al 16 ottobre del 2014 avrebbe avuto una condotta reiteratamente violenta nei confronti della propria compagna di 35 anni, sottoponendola a continue vessazioni fisiche e psicologiche, causandole anche lesioni personali di una certa entità”.

Il 16 ottobre scorso, l’uomo avrebbe picchiato anche i suoceri dopo essersi presentato nella loro abitazione dove si era trasferita la compagna decisa a troncare la relazione. Il Gip del tribunale di Lanciano ha disposto la misura cautelare dell’obbligo di soggiorno con il divieto di allontanarsi dal comune di Filetto senza autorizzazioni.



In questo articolo: