Attività di sala da ballo senza certificazioni in un locale della Val di Sangro

Chieti. Continua l’attività ispettiva della polizia di stato, predisposta su tutta la provincia teatina dal questore di Chieti Ruggiero Borzacchiello, volta a garantire la sicurezza e l’incolumità pubblica dei cittadini all’interno dei locali dediti alla somministrazione di alimenti e bevande, nonché all’intrattenimento danzante.

 In tale ottica nella serata di sabato 11 maggio u.s. il personale della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Chieti e del Commissariato di Lanciano, quest’ultimo diretto dal Vice Questore, Lucia D’Agostino, nell’ambito di una coordinata e dinamica attività di controllo, hanno effettuato un accertamento all’interno di un esercizio pubblico in zona Val di Sangro che, sebbene autorizzato alla esclusiva attività di ristorazione, illecitamente svolgeva anche quella di intrattenimento danzante, con musica dal vivo.

 Nella circostanza, i poliziotti accertavano mancanze di certificazioni obbligatorie per svolgere attività di sala da ballo, contestando violazioni sanzionabili sia dal punto di vista penale, che amministrativo. Pertanto, l’esercente è stato diffidato immediatamente al proseguo di tale evento danzante.