Ortona: ruba liquori dagli scaffali del centro commerciale: arrestata

Chieti. Ancora un arresto dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Ortona in questi giorni che precedono il Natale, nei quali i militari dell’Arma hanno intensificato l’attività di prevenzione per garantire alla popolazione un adeguato livello di “sicurezza percepita”.

 Stavolta le manette sono scattate per M.P.I., 56enne pregiudicata di Termoli, che ieri pomeriggio, insieme a due complici riuscite a fuggire, ha rubato diverse bottiglie di liquori, del valore complessivo di un centinaio di euro, dagli scaffali del centro commerciale di contrada Santa Liberata. Le tre donne, infatti, approfittando della ressa tra le corsie per le ultime spese natalizie, hanno dapprima trafugato gli alcolici dagli scaffali, nascondendoli in una capiente sacca, per poi tentare di lasciare l’ipermercato dall’ “USCITA SENZA ACQUISTI”. I loro movimenti, però, non sono sfuggiti alle telecamere della sorveglianza interna che ha tempestivamente avvisato il 112.

 In pochissimi minuti, un’autoradio dell’Aliquota Radiomobile è arrivata sul posto e ha bloccato M.P.I. prima che riuscisse a fuggire, mentre le due complici, approfittando dell’enorme calca presente a quell’ora nella galleria commerciale, sono riuscite a far perdere le proprie tracce. Tratta in arresto per furto aggravato, la 56enne, già nota alla forze dell’ordine per analoghi precedenti, è stata trattenuta una notte nelle camere di sicurezza della Compagnia di Ortona. Nella mattinata odierna, la donna è stata tradotta dinanzi al Tribunale di Chieti dove, dopo la convalida dell’arresto, avvenuta su richiesta del P.M. di turno presso la Procura del capoluogo, ha patteggiato una pena a 4 mesi di reclusione, che sconterà in lavori di pubblica utilità, e 200 euro di multa. In queste ore si analizzano i filmati di alcuni furti analoghi commessi nei giorni scorsi nello stesso ipermercato per identificare le complici di M.P.I. e accertare se il “terzetto” sia stato autore di episodi simili.