Tre aree sottostanti i promontori della costa ortonese interdetti per motivi di sicurezza e incolumità pubblica

Ortona. Con ordinanza sindacale sono stati interdetti tre tratti di costa ortonese. Si tratta di luoghi adiacenti ai promontori di Acquabella, Ripari di Giobbe e Riccetta, che per motivi di salvaguardia della incolumità pubblica vengono interdetti per rischio frana a qualsiasi attività comprese la balneazione e la pesca. Il provvedimento del sindaco Castiglione fa seguito al sopralluogo effettuato dai tecnici comunali e dal personale della Capitaneria di porto e dei Vigili del fuoco dopo alcune segnalazioni di distacco di un costone franoso nei pressi di Punta Mucchia in località Riccetta.

“Gli eventi franosi hanno interessato le estremità dei promontori sul demanio marittimo – commenta il Sindaco – e sono eventi che si sono già verificati in passato proprio per le caratteristiche della nostra costa costituita da falesia con pareti a picco sul mare che vengono erose proprio dall’azione del mare. Dopo la verifica sui luoghi per maggiore sicurezza si è ritenuto opportuno interdire le zone sottostanti ai costoni soggette a rischio frana o caduta di massi e pietre che quindi possono rappresentare un pericolo per la pubblica incolumità”.

L’ufficio tecnico comunale provvederà all’installazione di una opportuna segnaletica che indicherà le zone interdette con divieto di passaggio, di sosta o di qualsiasi attività compresa la balneazione e la pesca.