Violenza sessuale sulla spiaggia di Ortona: resta in carcere il migrante somalo

Ortona. Resta in carcere a Chieti Saleb Saleban Nuur, il ventenne somalo arrestato tre giorni fa dai carabinieri di Ortona per violenza sessuale ai danni di una donna di 68 che il giovane ha aggredito sulla spiaggia di Ortona.

 

Lo ha deciso il gip del Tribunale di Chieti Luca De Ninis che ha non ha convalidato l’arresto per mancanza dei presupposti della flagranza ed ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare richiesta dal sostituito procuratore della Repubblica di Chieti Giuseppe Falasca ritenendo sussistenti i gravi indizi di colpevolezza a carico del giovane.

Il ventenne, che ha lo status di protezione sussidiaria ed è in Italia dopo essere arrivato sulle coste siciliane lo scorso anno con un barcone, nell’interrogatorio di convalida tenutosi ieri si era avvalso della facoltà di non rispondere.