Filetto, il Festival del peperoncino piccante

peperoncinoFiletto. Dal 18 al 21 agosto gli amanti della “piccante genuinità” si danno appuntamento a Filetto per assaporare le pietanze più varie e gustose cucinate nel rispetto della cucina locale e affrontare le piccantissime specialità del posto e partecipare persino alla gara di “spaghettata piccante”.

Il Festival del peperoncino piccante, giunto alla settima edizione, ogni anno è preso d’assalto da migliaia di persone che apprezzano i sapori tradizionali esaltati da questa spezia di cui esistono oltre 1.600 varietà, giunta in Europa solo alla fine del XV secolo stipata nelle caravelle di Cristoforo Colombo.

Percorrendo le vie del paese i visitatori scopriranno punti di ristoro, stand gastronomici e di oggettistica locale circondati dal genuino abbraccio di semplicità della gente del posto. E’ solo questo il segreto dello straordinario successo del Festival che offre pietanze di tutti i generi, dalle pappardelle al cinghiale alla pizza scima, dall’asado alle “ciammaiche”, dal rintrocilo al sugo di castrato alle immancabili salsicce di carne e di fegato.

Quattro serate da trascorrere in “piccante compagnia”, gustando i sapori, la cultura e le musiche dal vivo degli anni ’70-’80, liscio, canti e danze folkloristiche che solo per pochi giorni scuoteranno il grande silenzio dei boschi centenari che circondano Filetto. Tutte le pietanze saranno accompagnate dai vini della Cantina di Orsogna, che quest’anno ha ricevuto al Vinitaly di Verona il premio come migliore azienda vitivinicola abruzzese.

La via del peperoncino scopre il centro storico, arroccato sullo sperone della collina, rivelando l’antico borgo, la Civitella, con un affaccio privilegiato sull’imponente massiccio della Majella e, al di sopra della fitta vegetazione, sulla costa Adriatica.

Il Festival è organizzato dall’Accademia abruzzese del peperoncino piccante di Filetto con il Patrocinio dell’Amministrazione comunale.

 

 

 



In questo articolo: