Chieti, evento di solidarietà in favore dell’Anffas

logo_anffasChieti. Domenica 8 dicembre, in piazza Valignani a Chieti, alle ore 16.00, in apertura del cartellone degli “Eventi Natalizi”, avrà luogo uno speciale evento di solidarietà in favore dell’associazione Anffas “Rosa blu” di Chieti, che vedrà anche la presenza dell’arcivescovo metropolita di Chieti/Vasto, Bruno Forte.

Sotto il grande albero di Natale, allestito dal Comune di Chieti, i ragazzi del “Centro Rosa Blu” di Chieti esporranno piccoli oggetti d’arte in tiratura limitata – raffiguranti “Gesù Bambino” e la “Natività” – il cui prezioso ricavato sarà interamente utilizzato per la realizzazione di laboratori socio-relazionali, utili a ritardare la perdita delle facoltà cognitive dei disabili intellettivi. Per maggiori informazioni e prenotazioni contattare il numero di telefono 340.3617652 o visualizzare il sito internet www.noiperloro.ch
“L’auspicio – ha dichiarato il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio – è quello di vedere tanti concittadini partecipare ad un evento particolarmente ricco sotto il profilo umano, d’altronde la festività del Natale ha la sua massima espressione nella solidarietà, nella cultura della donazione, nell’essere più vicini ai più deboli. Chi deciderà di ‘acquistare’ uno di questi piccoli manufatti d’arte contribuirà ad offrire ai ragazzi la chance di vivere il più dignitosamente possibile il proprio disagio. Il progetto “Obiettivo 81” sta germogliando, contribuiamo con la solidarietà a renderlo vivo”.
“Queste piccole opere d’arte sono state realizzate da persone speciali per la loro sensibilità, per la loro voglia di vivere, per la voglia di amare e di essere amati – ha detto la presidente dell’Anffas di Chieti, Gabriella Casalvieri – i ragazzi del Centro ‘Rosa Blu’ di Chieti sono disabili intellettivi che soffrono la graduale perdita delle proprie capacità cognitive, fenomeno che può essere in parte ritardato solo grazie ad un loro costante impegno in attività di tipo prevalentemente manuali, sotto la direzione amorevole e competente degli assistenti, in luoghi di lavoro adatti alle particolari esigenze di questi ‘speciali artisti’. Ecco quindi, la necessità di costruire laboratori ma, in primis, di raccogliere fondi per sopportarne il relativo costo. Grazie al progetto di solidarietà territoriale Obiettivo 81, sostenuto da tantissimi benefattori privati, pubblici ed istituzionali della città di Chieti, sono state raccolte cifre importanti ma, purtroppo, ancora non bastevoli per completare l’opera di realizzazione dei laboratori. I ‘Bambinelli dell’Anffas’ e la ‘Natività’ sono tutti pezzi unici, in quanto dipinti a mano dai singoli ragazzi e a tiratura limitata”.



In questo articolo: