Lanciano, Imprudente inaugura la 58esima edizione della Fiera Nazionale dell’Agricoltura

Lanciano. Una cittadella dei servizi all’agricoltura all’interno dell’area del polo fieristico regionale e l’organizzazione – negli stessi spazi – degli Stati generali dell’agricoltura, da tenersi una volta l’anno. Sono le proposte lanciate dal vice presidente della giunta regionale, e assessore all’agricoltura, Emanuele Imprudente, nel corso della cerimonia di inaugurazione della 58esima edizione della Fiera Nazionale dell’Agricoltura, che si è aperta ieri a Lancianofiera. Imprudente ha partecipato alla cerimonia insieme agli assessori regionali Mauro Febbo, Nicoletta Verì e Nicola Campitelli. “C’è grande attenzione da parte del governo regionale – ha spiegato Imprudente – verso il polo fieristico regionale, su cui abbiamo intenzione di investire molto. Abbiamo già avviato un progetto per trasferire qui tutta una serie di servizi funzionali all’agricoltura, come l’Uta. Un’iniziativa che ci permetterà di ottimizzare le risorse e andare incontro meglio alle esigenze dell’utenza”. Imprudente ha anche sottolineato come la Regione stia lavorando per individuare spazi di semplificazione e snellimento delle procedure burocratiche connesse ai bandi del Psr (il piano di sviluppo rurale, finanziato dall’Ue), che spesso limitano l’accesso delle imprese agricole alle misure. “La Fiera di Lanciano – ha aggiunto Mauro Febbo – è un gioiello per la nostra regione, che dagli anni Sessanta accompagna i passaggi che hanno caratterizzato il nostro sistema agricolo. L’intero esecutivo regionale sostiene il polo fieristico, nell’ottica di valorizzare l’asse turismo-agricoltura-cultura, che rappresenta una risorsa strategica da affiancare al nostro comparto industriale”. L’assessore Verì, che prima dell’inaugurazione aveva partecipato a un convegno sulla prevenzione degli infortuni in agricoltura, ha puntualizzato come “Lancianofiera abbia sempre svolto un ruolo di sensibilizzazione su tematiche delicate, come gli incidenti sul lavoro. L’auspicio è che questo ruolo propulsivo si consolidi e cresca ancora”. Campitelli, infine, ha ribadito la vicinanza della Regione a Lancianofiera. “La presenza oggi qui di quattro assessori, consiglieri di maggioranza, ma anche di minoranza – ha sottolineato – ne è la dimostrazione più evidente, perché siamo davvero convinti che solo un polo fieristico al passo con i tempi possa dare risposte efficaci all’agricoltura moderna”.