San Salvo è con Vasto per il Jova Beach Party

San Salvo. “Comprendiamo il Prefetto di Chieti, che ben interpreta il suo ruolo istituzionale, il quale ha messo al primo posto la sicurezza, con ragioni oggettive e fondate, ma riteniamo che il concerto di Jovanotti debba restare in Abruzzo e la location deve restare quella di Vasto”.

 Lo afferma in una nota il sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca, che aggiunge: “Come città del territorio unico Vasto-San Salvo, riteniamo di dare, ancor più di quello che è stato già fatto, tutta la nostra disponibilità all’amministrazione vastese per implementare le misure di sicurezza per la serata del 17 agosto.

 San Salvo, che è già investita dal Comune di Vasto sulle problematiche del Jova Beach Party, ha collaborato con Vasto dando subito la piena disponibilità nell’attuale piano di sicurezza, condividendo alcune responsabilità in termini di spazi e di viabilità.

 La Città di San Salvo è con Vasto, con i vastesi, con le attività ricettive e commerciali che si sono già attivate per l’accoglienza, con i tanti fan di Jovanotti che hanno acquistato il biglietto per partecipare all’evento proprio a Vasto.

 Il Jova Beach Party è l’evento dell’estate: è un’occasione che Vasto non può perdere. Capiamo l’interesse di altre località abruzzesi come Pescara e Giulianova di voler a loro volta ospitare questo spettacolo, tanto unico quanto originale.

 Ma noi facciamo squadra con Vasto, come abbiamo già fatto nel recente passato, anche condividendo le ragioni del Prefetto di Chieti, il quale alla fine saprà fare la scelta più giusta per tutti”.



In questo articolo: