Dialifluids, interrogazione Razzi su cassaintegrati azienda

Canosa Sannita. Il senatore di Forza Italia, Antonio Razzi, segretario della Commissione Esteri del Senato, ha presentato una interrogazione al ministro dello Sviluppo Economico ed al ministro dell’Economia e delle Finanze per perorare la causa dei lavoratori della Dialifluids.

Ha chiesto loro quali orientamenti intendano esprimere e, conseguentemente, quali iniziative vogliano intraprendere, nell’ambito delle proprie competenze, per porre rimedio all’annosa questione dei lavoratori cassaintegrati dell’azienda e se vogliano trovare, soluzioni alternative, alla delocalizzazione dell’azienda affinchè non si vada a minare, totalmente, un territorio già molto provato come quello di Canosa Sannita.

La Dialifluids, azienda facente parte del gruppo Tedesco Fresenius Medical Care, nonchè leader nella produzione di sacche di soluzioni acquose destinate ai pazienti affetti da insufficenza renale sottoposti a dialisi, versa in uno stato di crisi da più di un triennio – ricorda Razzi nell’interrogazione – dopo l’acquisizione dal gruppo svedese Gambro Dasco Spa.

Dopo detta acquisizione, avvenuta nel 2011, vi è stata una tempestiva richiesta di elaborazione di un piano industriale adeguato, questione protrattasi sino a giugno 2014, mese in cui le maestranze aziendali hanno optato per la chiusura del sito industriale, a decorrere da settembre 2015, al fine di trasferire la produzione in Germania.



In questo articolo: