Chieti, trasporto studenti disabili: Giampietro replica a Pupillo

Chieti. “Ci vuole un bel coraggio, o, per meglio dire, una gran faccia tosta a fare certe dichiarazioni,per di più non corrispondenti alla realtà”.

Così in una nota il Vicesindaco di Chieti e Assessore alla Pubblica Istruzione, Giuseppe Giampietro, in merito alle dichiarazioni del Presidente della Provincia di Chieti, Mario Pupillo circa il servizio di assistenza e trasporto degli studenti disabili frequentanti gli istituti scolastici superiori.

“Il Presidente Pupillo – ha aggiunto Giampietro – nonché sindaco di una città, farebbe proprio bene a prendere lezioni soprattutto in termini di amministrazione contabile. Il lassismo della Provincia è fin troppo evidente e la cosa è ancor più grave quando si toccano tematiche importantissime come i disagi, le difficoltà di bambini e ragazzi con serissimi problemi. In questi mesi, la Provincia, pur sapendo dell’inizio del nuovo anno scolastico, è stata del tutto assente, limitandosi a mandare una lettera in cui affermava l’impossibilità di riprendere i servizi di trasporto e di assistenza agli studenti disabili qualora la Regione non avesse provveduto ad erogare i fondi, cosa poi verificatasi. Noi ci siamo preoccupati di contattare anche il segretario generale della Provincia, considerato il silenzio assordante della stessa, per cercare possibili soluzioni. Soltanto il 9 settembre scorso, a ridosso dell’apertura delle scuole (altro che premura di cui parla, ma palese superficialità), il Comune di Chieti ha ricevuto una lettera del Presidente Pupillo del tutto insignificante ed assolutamente insufficiente per elaborare l’iter procedurale necessario a garantire i servizi. E’ l’Amministrazione comunale che si è assunta concretamente la responsabilità di far partire i servizi indispensabili perché i ragazzi disabili potessero frequentare regolarmente le lezioni. Solo oggi, dopo ripetuti solleciti telefonici da parte degli uffici della Pubblica Istruzione per avere la necessaria documentazione che la normativa prevede per l’espletamento dei servizi, la Provincia si è degnata di farci pervenire il tutto e comunque sempre troppo tardi visto che l’attività didattica è cominciata già da diversi giorni”.

“Fa specie – conclude Giampietro – che il Presidente Pupillo, essendo anche sindaco, assuma simili atteggiamenti. L’Amministrazione comunale di Chieti capisce perfettamente i disagi e le difficoltà in cui versano le Province e, quindi, sensibile a questo e a tematiche molto rilevanti come quella inerente i servizi da erogare ai ragazzi con gravi difficoltà, si è fatta carico anche delle responsabilità di altri. Per questo il Presidente Pupillo dovrebbe ringraziare e non fare inutili e pretestuose polemiche. Pensi piuttosto a farsi sentire con il suo Governatore e con l’assessore di riferimento alla Regione perché, invece di chiacchiere e di vane promesse, comincino a guardare in faccia la realtà e ad essere concretamente vicini a chi soffre, erogando agli Enti locali quanto necessario per garantire i servizi”.