Chieti, eventi estivi. Giovane Italia plaude l’amministrazione Di Primio

corso_marrucinoChieti. “Un grande plauso all’amministrazione Di Primio, che ha saputo collaborare, rinnovare e creare eventi e manifestazioni, che hanno allietato le serate dei giovani teatini, da troppo tempo stanchi di doversi rivolgere altrove per cercare divertimento”.

Così Jessica Verzulli, Coordinatrice Provinciale della Giovane Italia Chieti, ha commentato gli eventi estivi promossi dal Comune teatino e duramente criticati dall’opposizione.

“Nonostante il fallito tentativo dell’opposizione al Comune di Chieti di mistificare in tutti i modi i grandi successi estivi promossi e partecipati dall’Amministrazione Di Primio” risponde in merito la Verzulli, “i dati, il numero di iniziative e l’affluenza di persone in città ci hanno comunque consegnato grandi soddisfazioni. A partire dalla Festa del Santo Patrono San Giustino, che dopo anni di mortorio è tornata all’antico splendore con il pienone al concerto in piazza di Povia, chiusosi con i fuochi artificiali, che mancavano da anni. Si prosegue con un’edizione della Settimana Mozartiana che vanta il record storico di salotti allestiti e che ha visto la presenza – tra gli altri – del grande Bollani, al cui concerto hanno partecipato oltre 60 mila persone. C’è poi l’evento “Chieti Mostra Libri”, che nonostante fosse al suo esordio, ha registrato un successo davvero notevole, portando in città scrittori, giornalisti e artisti del calibro di Barbara Alberti, Sandra Milo, Francesca Nocerino, Arnaldo Colasanti… . Un evento che si è svolto gratuitamente nelle piazze cittadine, avvicinando così i giovani alla lettura e promuovendo una cultura finalmente accessibile a tutti.Ultimo dei successi – in linea temporale – è stata la IV edizione del “Chietinstrada Buskers Festival” conclusasi ieri e promossa anche dal Comune di Chieti: pur aspettando ancora i dati ufficiali, è sotto gli occhi di tutti, che mai come quest’anno la kermesse ha riempito le vie del centro teatino. Ci aspettano ora gli già annunciati “Eventi scalini”, che mi auguro abbiano la stessa riuscita degli altri, visto che anche la parte bassa della città merita un evento degno della sua importanza”.