Comune di Chieti, manovra di assestamento di bilancio e correttivi ai rilievi della Corte dei Conti VIDEO

Chieti. Il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, affiancato dall’assessore alle Finanze, Valentina Luise, ha tenuto una conferenza stampa che si è focalizzata su due aspetti fondamentali: la manovra di assestamento di bilancio e le iniziative che verranno intraprese in risposta ai rilievi della Corte dei Conti.

Nello specifico si è parlato dell’assestamento di Bilancio, perplessità sul parere dei Revisori; debiti fuori bilancio: è fissato per domani l’esame da parte del Collegi: esposizione di cassa, già ridotta del 65% in due anni; rilievi della Corte dei Conti, già pronte le azioni con importanti misure.

“La Corte dei Conti aveva rilevato alcune criticità del nostro Bilancio che conoscevamo e conosciamo bene, ma che sono riferite comunque al Rendiconto 2015 – ha sottolineato il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio – da allora sono migliorate le condizioni, lo abbiamo dimostrato documentalmente alla Corte e soprattutto abbiamo intenzione di non nasconderci dietro un dito e adottando una serie di correttivi alla gestione finanziaria dell’Ente che adesso diventeranno anche improcrastinabili. Cioè faremo in modo che le politiche delle entrate siano meglio gestite, questo non vuol dire buttare al mare Teateservizi, ma migliorare ed efficientare la riscossione che oggi continua ad essere una delle maggiori sofferenze dell’Ente. Se oggi noi ci troviamo in una condizione di stress finanziario è da legarsi all’incapacità a volte e all’impossibilità in altre di Teateservizi di recuperare le somme che i cittadini devono al Comune. Poi c’è il discorso legato alla revisione della spesa, abbiamo dato mandato alla segretaria comunale di costituire un organismo, anche avvalendosi di professionalità esterne, per rivedere tutte le spese dei servizi e delle utenze dell’Ente in modo da razionalizzarle e quindi abbassarne i costi ed efficientarne la qualità del servizio. Insomma abbiamo una serie di iniziative che vanno anche in un certo senso, noi non abbiamo letto negativamente il parere non favorevole del Collegio dei Revisori dei Conti sull’assestamento di Bilancio perché tutto sommato ci dicono che abbiamo rispettato le Leggi, che abbiamo fatto quadrare il Bilancio così come previsto dalla Legge, abbiamo fatto ed abbiamo messo in campo tutte le azioni necessarie. È chiaro che continuano a rimanere in campo quelle criticità che ben conosciamo. Una piccola annotazione però sento di farla al parere del Collegio dei Revisori: soltanto qualche giorno fa ci hanno dato parere favorevole sul Bilancio Consuntivo, qualche settimana fa ci hanno dato parere favorevole sul Bilancio di Previsione, non è cambiato nulla da allora, abbiamo fatto quadrare i conti, quindi ci aspettavamo un parere favorevole. Ma per noi è un ottimo stimolo per andare avanti anche con questo parere non favorevole perché sappiamo di stare sulla strada giusta e di aver messo in campo delle azioni che ci consentiranno di fare in modo che il Comune possa tenere i propri conti a posto. Sono azioni che permetteranno di migliorare il rapporto tra cittadini e amministrazione comunale perché andranno a tagliare costi che devono essere tagliati. Io non avrò pietà di nessuno, nemmeno delle situazioni di rendita di qualche consigliere o di qualche assessore, non esisterà più nessuno che possa accampare nelle condizioni non generali rispetto ad una esigenza fondamentale che è quella di rendere questo Comune efficiente anche sotto il profilo della qualità della finanza e dell’economia”.

Francesco Rapino