Atessa, vertenza Blutec: interviene il sindaco Borrelli

Atessa. Dopo la decisione dei dipendenti della ex Blutec di tornare a lavorare, il sindaco di Atessa, Giulio Borrelli, che ha seguito fin dall’inizio la vertenza, dichiara: “Confidiamo che la soluzione finale porti a una gestione dell’azienda più solida e più rispettosa dei diritti dei lavoratori”.

“La vertenza dell’azienda metalmeccanica ex Blutec di Atessa, che ha visto i lavoratori impegnati in un duro scontro per difendere il proprio salario e i propri diritti, sembra avviata – dice Giulio Borrelli, sindaco di Atessa – verso uno sbocco positivo. Ci rallegriamo che siano in fase avanzata le trattative per la cessione delle attività produttive a “MA s.r.l.”, da parte di “Ingegneria Italia s.r.l.” ( proprietaria della ex Blutec), che dovrebbero concludersi entro il mese di febbraio. Decisivo, in questa vicenda, è il ruolo della Sevel-Fca e dei sindacati. Auspichiamo che la soluzione finale porti a una proprietà e a una gestione della fabbrica atessana più solida e più rispettosa dei diritti dei lavoratori. E’ bene, se confermato dal ministro, che il 24 gennaio ci sia anche l’incontro al Mise (ministero dello Sviluppo economico) per verificare le decisioni prese e gli impegni già assunti.

 Noi, come amministrazione comunale – conclude il sindaco di Atessa- restiamo vicini ai lavoratori, alle loro famiglie, e continueremo a seguire tutti gli sviluppi di una vicenda che, per le sue ripercussioni, interessa il cuore produttivo della zona industriale più importante d’Abruzzo”.