L’amministrazione comunale di Ortona ha approvato gli strumenti di programmazione economica-finanziaria dell’ente

Ortona. Un Consiglio comunale che ha superato la durata delle cinque ore e mezza per approvare i 9 punti all’ordine del giorno legati al bilancio di previsione 2019. Il documento di programmazione economica finanziaria dell’ente era già stato approvato in giunta comunale lo scorso 7 febbraio con una previsione di bilancio del Comune di Ortona pari a 59 milioni di euro. Nella seduta del 25 febbraio è stato anche approvato Il DUP (Documento Unico di Programmazione) 2019/2021 e il Piano triennale delle opere pubbliche. Il documento, come ha ricordato l’assessore al Bilancio Francesco Falcone, disegna le linee strategiche dell’attività amministrativa e «grazie anche all’impegno del nuovo dirigente comunale Alessandro Galli – dichiara l’Assessore – siamo stati in grado di presentare e approvare l’importante documento per la gestione dell’ente prima della scadenza prevista dal Ministero, il 31 marzo, e questo ci permetterà di avviare subito gli investimenti previsti. Sul piano delle entrate non sono state modificate le varie tariffe sia sui servizi a domanda e sia sull’addizionale comunale Irpef ferma allo 0,6% e questo nonostante la possibilità data dal Governo ai Comuni di aumentare le aliquote per accedere a nuovi fondi, vista la diminuzione delle risorse messe in campo per gli enti locali».

Il lavoro di riequilibrio effettuato sul bilancio prosegue sulla linea della prudenza incidendo su un miglioramento della riscossione di alcuni crediti per avere più disponibilità di cassa e quindi far ricorso il meno possibile all’anticipazione di cassa. I numeri del bilancio certificano questo uso corretto delle risorse con l’azzeramento dell’anticipazione di cassa e la conseguente diminuzione della spesa per gli interessi passivi sulle somme anticipate dalla tesoreria comunale. Sul versante dei debiti invece è stato effettuare un significativo alleggerimento con il riconoscimento di debiti fuori bilancio ereditati dal passato che permetteranno di prevedere entrate correnti per nuovi investimenti.

Insieme ad un aumento della contrazione dei mutui per opere pubbliche, passati dai 495mila euro dello scorso anno a 1 milione e 300mila euro previsti nel bilancio 2019, nel documento di programmazione un importante impegno è previsto per il personale dell’ente con 7 nuove assunzioni che riguarderanno il protocollo, la polizia municipale, servizi finanziari, ufficio tecnico, urbanistica e Suap. Nelle previsioni di spesa la voce maggiore è per le spese correnti con 17 milioni e 200mila euro mentre nelle opere pubbliche sono previsti 6 milioni di investimenti.