MARSILIO A FONTECCHIO PER DARE FORZA A ‘PROGETTO PAESE’

Fontecchio (L’Aquila), 3 febbraio 2019 – “Un Abruzzo che non sia più a due velocità, separato tra zone interne e costiere, ma forte di un ‘Progetto Paese’ in grado di unire e dare a tutti i cittadini servizi reali e prospettive di crescita”. Lo ha detto il candidato alla Regione Abruzzo per il centrodestra, Marco Marsilio, a nel corso dell’incontro a Fontecchio, piccolo centro in provincia dell’Aquila, con gli amministratori locali e la cittadinanza.

“E’ necessario superare i dualismi territoriali dell’Abruzzo – ha spiegato Marsilio – per ridare nuovo slancio anche a chi vive nelle zone più disagiate dell’entroterra, dove occorre ripensare una programmazione infrastrutturale e a favore di una mobilità sostenibile. Non è accettabile una rete stradale dissestata e impraticabile, che rende complicato raggiungere tanti paesi dell’area interna della regione. Servono politiche ad ampio raggio, industria, turismo, agricoltura, commercio. Una rete di interventi che dovranno interessare aree come questa di Fontecchio, e dei piccoli centri limitrofi, con un comune denominatore proprio nel rilancio delle infrastrutture”.

Marsilio ha assicurato la sua disponibilità: “Considero prioritaria una nuova centralità delle aree marginali. Quella aquilana, Vestina, la Val Pescara, la Marsica, la Valle Peligna, le vaste aree interne del teramano e quelle del chietino devono portare avanti un unico progetto di sviluppo, rivendicando pari dignità. Non possiamo avere cittadini di serie A e di serie B, tutti hanno il diritto di usufruire di servizi adeguati, di una sanità accessibile, di un ambiente vivibile. Dalla costa alle zone interne”.

Nel programma di Marsilio la montagna non è solo una parola da utilizzare in campagna elettorale, ma esprime progetti e iniziative precise, obiettivi da perseguire. “Occorre recuperare le aree pedemontane – afferma l’esponente del centrodestra – incentivando la pulizia e rilanciandone gli usi produttivi forestali e zootecnici. Dobbiamo valorizzare le zone montane, dove l’immenso patrimonio boschivo è abbandonato da anni, privo di qualsiasi forma di manutenzione, mentre potrebbe essere utilizzato a fini turistici e produttivi. L’Abruzzo deve diventare regione leader del turismo montano appenninico, con le sue numerose e rinomate stazioni invernali. Purtroppo lo sviluppo della montagna è avvenuto a “macchia di leopardo” e questo sistema dovrà cambiare”.

“Il governo regionale di centrosinistra ha mostrato disinteresse nei confronti di questi vasti territori – ha concluso Marsilio – che soffrono di una progressiva emarginazione. L’Abruzzo è uno ed uno solo e deve crescere nel quadro di un progetto coerente e globale. E questo sarà il nostro impegno una volta alla guida della Regione”.


AGENDA DEL CANDIDATO PRESIDENTE ALLA REGIONE ABRUZZO MARCO MARSILIO

LUNEDI 4 FEBBRAIO 2019

Ore 9.00 Pescara – Incontro Confindustria, via Raiale, 110

Ore 11.00 Chieti – Visita dell’Accademia di Formazione di Confartigianato con Giorgia Meloni, presso il centro commerciale “il Centauro”, via Filippo Masci, primo piano

Ore 12.30 Ortona (Chieti) – Visita Ospedale “Gaetano Bernabeo” con Giorgia Meloni, Contrada S. Liberata

Ore 14.30 Casacanditella (Chieti) – Visita tenute agricole Masciarelli con Giorgia Meloni, Castello di Semivicoli, via San Nicola, 24

Ore 15.30 Atessa (Chieti) – Visita stabilimento di produzione Honda Italia con Giorgia Meloni, via Genova 9/11

Ore 16.30 Vasto (Chieti) – Incontro con la cittadinanza, insieme a Giorgia Meloni, presso Cinema Nuovo Corso, corso Europa

Ore 17.00 Vasto (Chieti) – Incontro con l’associazione Oasi, operatori portuali e imprenditori di Punta Penna, corso Europa, 39

Ore 19.00 Lanciano (Chieti) – Incontro con il senatore Quagliariello, Palazzo degli studi, corso Trento e Trieste

Ore 20.30 Bisenti (Teramo) – Incontro pubblico con associazione del Terzo settore e vari sindaci del territorio, Ristorante L’Amicizia, Contrada Chioviano

Ore 22.30 Teramo – Incontro pubblico con Associazione Teramo 3.0, Ristorante Madre Natura, Lungofiume Vezzola

messaggio elettorale