Ortona, approvato il provvedimento per la definizione agevolata delle entrate comunali

Ortona. Il Consiglio comunale ha approvato nella seduta del 1 luglio il regolamento per la definizione agevolata delle ingiunzioni di pagamento. Il provvedimento amministrativo proposto è frutto del dell’articolo 15 del decreto legge n.39 del 2019, cosiddetto decreto crescita, con il quale il governo nazionale ha dato la possibilità ai Comuni di disciplinare la riscossione delle somme relative ai provvedimenti d’ingiunzione di pagamento notificati negli anni dal 2000 al 2017.

L’adesione al pagamento agevolato si sostanzia nella possibilità di dilazionare a partire dal novembre 2019 e non oltre il mese di settembre 2021 in forma rateale il debito, ridotto delle sanzioni irrogate per violazioni tributarie.

Sul sito del Comune di Ortona sarà disponile la documentazione con il relativo regolamento per presentare la domanda per accedere al pagamento agevolato da parte di tutti i debitori, istanza che comunque dovrà essere inoltrata al Comune entro il prossimo 30 settembre.

“Il regolamento che abbiamo approvato – sottolinea l’assessore al Bilancio Francesco Falcone – non è un condono in quanto non è prevista nessuna riduzione dell’imposta dovuta ma agevola e favorisce la possibilità per i cittadini che negli anni passati hanno avuto qualche difficoltà nel pagare i tributi comunali di saldare il proprio debito senza le sanzioni e con una possibilità di rateizzazione fino a 23 rate. Questa forme di agevolazioni in questi anni sono state più volte proposte dal governo nazionale a partire da quello presieduto da Matteo Renzi fino alla “rottamazione ter” proposta dal governo Lega – M5S. Va notato che ad Ortona sia gli esponenti del centrosinistra che del centrodestra in Consiglio comunale hanno ritenuto opportuno astenersi da questo provvedimento che vuole contemperare le esigenze della riscossione dei tributi con quelle delle difficoltà economiche vissute in questi anni dai cittadini”.