San Salvo, meno tasse e minori sanzioni per il ravvedimento operoso

San Salvo. “Ravvedimento operoso per pagare sanzioni in misura ridotta e aggiornamento dei regolamenti per le entrate tributarie. Sono i provvedimenti adottati dal Consiglio comunale quale risposta del Comune di San Salvo, sempre più amico e vicino ai cittadini-contribuenti”. A dichiararlo il sindaco Tiziana Magnacca nel commentare le decisione deliberate nella seduta del 29 marzo scorso dall’assise civica.

 “L’aspetto più rilevante – prosegue il sindaco – è la riduzione delle sanzioni, per il ravvedimento lunghissimo per violazioni commesse nel triennio 2015/2017, con il tasso d’interesse che abbiamo deciso di applicare al 5 per cento rispetto al 30. Tra le finalità di questa iniziativa quella di promuovere un rapporto di fiducia quanto diverso tra il contribuente e l’ente”.

 Nuove procedure semplificate per ridurre il contenzioso “per un principio di collaborazione e buona fede che il nostro comune –spiega l’assessore alle Attività Produttive Tonino Marcello – ha avviato nel rispetto della semplificazione degli adempimenti con l’obiettivo di realizzare l’equità, l’efficacia, l’economicità e la trasparenza amministrativa al fine di agevolare la riscossione delle entrare comunali”.
Per l’anno corrente sono state riconfermate le aliquote Imu e Tasi adottate rispettivamente nel 2012 e nel 2014.

 “Anche questa è una risposta – conclude Marcello – di attenzione verso le famiglie e le aziende mantenendo inalterate le tariffe a differenza di quanto accade nell’80 per cento dei comuni italiani”.